Scherma Paralimpica: a Sharjah l’immediato riscatto di Bebe

L’azzurra torna a vincere nel fioretto B dopo il secondo posto di Kyoto. Fuori dal podio gli azzurri nelle altre gare. 

 

Ci ha messo poco Bebe Vio per rimettere al loro posto le gerarchie della Categoria B del fioretto femminile in Coppa del Mondo di scherma paralimpica: una gara, per la precisione. Giusto il tempo di metabolizzare il secondo posto dell’ultima prova a Kyoto e prendersi subito immediata rivincita nella gara di Sharjah di ieri. Un nuovo percorso netto per la fuoriclasse di Mogliano Veneto, cominciato ai gironi e proseguito fino al 15-5 contro la cinese Zhou Jingjing che ha dato il via libera alla festa per l’ennesima vittoria dell’azzurra.

Nella prova di fioretto femminile Categoria A, invece, la migliore delle italiane è stata Andreea Mogos, fermata a ridosso della zona podio dall’ungherese Eva Hajmasi, che ha poi chiuso terza. A vincere un’altra ungherese, Szuszanna Krajnyak, che si è imposta per 15-14 su Rong Jing. Stop al tabellone degli ottavi di finale per Loredana Trigilia.

Tutto dedicato alla spada, infine, il programma delle gare maschili: nella categoria A, Edoardo Giordan si spinge fino agli ottavi di finale prima di cadere per mano del russo Shaburov, mentre tanto Matteo Betti – a podio lunedì nella gara di fioretto – quanto Emanuele Lambertini e Matteo Dei Rossi non vanno oltre il tabellone dei 32. Vittoria per il britannico Gillivers.

Poca gloria per l’unico azzurro in gara nella categoria B, ovvero Alessio Sarri: per lui, eliminazione già nel tabellone dei 32 contro l’iracheno Ali, mentre la partita per la vittoria è stata un affare fra il cinese Huo Dailiong e il britannico Dmitry Coutya, risoltasi in favore del primo.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.