L’Italspada donne cede la corona: russe campionesse d’Europa a Foggia

Nella prova a squadre Giovani l’Italia è argento dopo una finale persa 45-42. Medaglia di bronzo per la Francia.

 

Dopo Plovdiv 2017 e Sochi 2018, l’Italia della spada femminile Giovani cede il titolo europeo proprio nell’edizione casalinga della rassegna continentale. A Foggia il quartetto azzurro composto da Alessandra Bozza, Beatrice Cagnin, Federica Isola e Gaia Traditi si aggiudica la medaglia d’argento dopo aver perso per 45-42 la finale contro la Russia guidata da una straordinaria Anastasia Soldatova, capace di portarsi avanti fino al +8 prima dopo i primi 5 match.

Quando sembrava non doverci essere più finale, ci ha pensato Federica Isola a riportare sotto le azzurre con un parziale di 9-2 inflitto a Evgeniya Zharkova e riaccendendo la sfida che fino alla fine è poi corsa sul filo dell’equilibrio. L’allungo decisivo l’ha piazzato proprio Soldatova, che contro Isola è partita fortissima, volando sul 44-39 prima che tre stoccate della vercellese dessero l’illusione di una rimonta soltanto accennata, frenata dalla russa con la botta numero 45.

Per Alessandra Bozza, Federica Isola e Beatrice Cagnin, veterane del gruppo e al loro ultimo anno nella categoria Under 20, è la prima sconfitta insieme a un Europeo dopo i successi del 2017 e del 2018 nella categoria Giovani e quelli del 2015 e 2016 nella categoria Cadette. Per Gaia Traditi la prima volta tra le under 20, condotta con autorità e personalità quando è stata chiamata in pedana dal ct Sandro Cuomo, in un momento difficile per l’Italia.

Le azzurre avevano sconfitto la Serbia per 45-18 agli ottavi, l’Ungheria per 45-38 ai quarti, la Romania per 45-37 in semifinale. La medaglia di bronzo è andata alla Francia, che nella finalina si è imposta per 45-34 sulla Romania. Federica Isola chiude i suoi Europei con l’oro individuale e l’argento a squadre.

 

Twitter: GabrieleLippi1

Foto Bizzi team/Federscherma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.