Alè Luca! Curatoli terzo al Gp di Mosca, vince Apithy

L’atleta Azzurro si ferma soltanto in semifinale contro il numero 1 del mondo Eli Dershwitz. Hartung completa un podio di altissimo livello.

 

Giornata di soddisfazioni per la sciabola italiana, che a Mosca apre il Grand Prix con il terzo posto di Luca Curatoli nella gara maschile. L’Azzurro vola sino alle semifinali, dove si ferma al cospetto di un Eli Dershwtiz che pur perdendo la finale col francese Boulade Apithy si conferma in gran condizione, da buon numero 1 del ranking.

Curatoli cede 15-12 nell’assalto con l’americano, ma la sua gara gli regala comunque il terzo podio stagionale dopo due finali a 8 consecutive conquistate tra Seoul e Madrid. Curatoli batte il canadese Fares Arfas nei 64 per 15-8, poi il russo Alexander Trushakov per 15-7 nei 32, quindi agli ottavi si trova di fronte Aldo Montano, in una sorta di riedizione della finale dell’ultimo Luxardo. Vince ancora Luca, 15-8, che poi supera anche il georgiano Sandro Bazadze 15-12 nei quarti, guadagnando accesso alla semifinale e al terzo gradino del podio, che a fine giornata condivide con Max Hartung.

Curatoli salva la gara di un’Italia apparsa opaca, eccezion fatta per la buona prova di Montano. Dario Cavaliare si ferma nei 32, sconfitto da Veniamin Reshetnikov per 15-8. Gli altri fanno peggio, uscendo nel primo assalto di giornata: Enrico Berrè sconfitto anche lui da Reshetnikov per 15-9, Luigi Samele stoppato da Aldo Monanto per 15-14, Riccardo Nuccio eliminato anche lui per una sola stoccata dal cinese Dai Rui, Leonardo Dreossi sconfitto 15-7 dal tedesco Matyas Szabo.

 

Twitter: GabrieleLippi1

Foto Bizzi team/Fie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.