Olga VI di nuovo sul trono, Kharlan vince nella sciabola femminile

Sesto titolo per la fuoriclasse ucraina. Battuta in finale Brunet. Podio per Velikaya e Marton.Stop nelle otto per Irene Vecchi.

 

La Zarina è detronizzata, ma non si spezza il duopolio delle regine che nelle ultime undici edizioni si sono spartite il trono Europeo della sciabola femminile in ben nove occasioni. E allora via al sesto regno di Olga Kharlan, che stacca proprio Sofya Velikaya nella classifica delle più vincenti di sempre di questa manifestazione. A mancare solo scontro finale fra le due, negato sul più bello dall'”intromissione” di Manon Brunet, altra protagonista assoluta di una gara che ha regalato spettacolo e portato a un podio grandi firme completato dalla rediviva Anna Marton, riemersa dal lungo letargo post-vittoria a Orleans e medaglia di bronzo finale assieme proprio a Velikaya.

Cinque anni di digiuno possono bastare e avanzare per chiunque, figurarsi per una fuoriclasse del calibro della bionda sciabolatrice ucraina; che, famelica, inghiotte avversaria su avversaria, dalla tenera Kruger, lasciata a due, via via (Araceli Navarro e Anna Marton) fino a Manon Brunet, ultima a provare l’assalto a trono e costretta alla bandiera bianca dalla stoccata del 15-13.

Un assalto a cui non ha potuto partecipare fino in fondo l’Italia: la migliore delle azzurre, alla fine dei giochi, è Irene Vecchi, che si dimostra la più in palla della banda Sirovich e si ferma a un passo dal podio trovando strada sbarrata dalla Marton. Più indietro le altre azzurre, chi frenata dalla difficoltà di trovare sicurezza e continuità di rendimento come Rossella Gregorio, stoppata agli ottavi dalla Nikitina, chi tradita da troppe aspettative (Martina Criscio) o dall’emozione della prima volta (Sofia Ciaraglia). Ora qualche giorno per ricaricare le pile, cancellare il rammarico e resettare in vista della prova a squadre. La carica l’ha suonata proprio Martina nella dichiarazioni post-gara: le azzurre sono pronte a riprendersi tutto ciò che è loro.

Classifica – 1. Kharlan (Ukr), 2. Brunet (Fra), 3. Velikaya (Rus), 3. Marton (Hun), 5. Vecchi (ITA), 6. Nikitina (Rus), 7. Georgiadou (Gre), 8. Lembach (Fra)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.