Festa russa nella sciabola maschile, l’Italia rimane ai piedi del podio

Reshetnikov batte Ibragimov e torna sul tetto d’Europa 10 anni dopo la prima volta. Stop ai quarti per Berrè, migliore degli azzurri.

 

L’ultimo ad arrendersi è stato Enrico Berrè. Ma una volta che Veniamin Reshetnikov ha messo la stoccata numero 15, sull’Italia della sciabola maschile (e sull’Italia in generale, dato che anche le spadiste sono rimaste giù dal podio) è arrivata l’ufficialità dello 0 nella casellina delle medaglie. Si ferma ai quarti di finale il cammino del ragazzo dei Castelli, il migliore della truppa azzurra che già dopo il tabellone dei 32 si era trovata pressoché decimata.

Fuori Luigi Samele, rimontato sul più bello dal francese Apithy; fuori Luca Curatoli, impacchettato dal romeno Zalomir e di fatto mai nel match,  con contorno di rabbiose proteste e ironici applausi all’avversario non sanzionato per qualche partenza anticipata di troppo; e fuori anche Aldo Montano, finito in un canale infernale che lo ha portato faccia a faccia con Aron Szilagyi già nel secondo assalto ad eliminazione diretta dopo che già nel turno precedente aveva dovuto vedersela, spuntandola 15-14, contro il romeno Dolniceanu. Una prova poco brillante in generale, quella dei quattro azzurri, che sabato cercheranno pronto riscatto a squadre, quando in palio oltre alle medaglie ci saranno punti pesanti per provare a rimanere in scia alla Corea.

Di opposto tenore, invece, l’umore in casa Russia che come la Francia nella spada femminile mette giù l’uno-due vincente: oro a Reshetnikov, che torna sul tetto d’Europa dieci anni dopo la prima volta, argento a Kamil Ibragimov, battuto in una finale senza di fatto storia. A completare il podio, il georgiano Bazadze e il beniamino di casa Max Hartung, che dopo due anni di dominio e con tutti i pronostici dalla sua dopo la sin qui ottima stagione, abdica proprio nell’appuntamento più sentito.

Classifica – 1. Reshetnikov (Rus), 2. Ibragimov (Rus), 3. Hartung (Ger), 3. Bazadze (Geo), 5. Wagner (Ger), 6. Berrè (ITA), 7. Apithy (Fra); 8. Szatmari (Hun).
19. Curatoli (ITA), 22. Samele (ITA), 26. Montano (ITA)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Telegram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.