Sciabola maschile: a Varsavia l’Italia cerca lo scatto decisivo verso Tokyo

Nel fine settimana torna la Coppa del Mondo di sciabola maschile con la tappa di Varsavia. Italia a caccia degli ultimi punti per volare a Tokyo.

 

Tre tappe tutte d’un fiato per la volata finale verso Tokyo 2020. Lo strano calendario della sciabola maschile, che dopo il vernissage al Cairo dello scorso novembre e il Grand Prix di Montreal a gennaio ha imposto ai protagonisti una lunga pausa, serra le fila e dà il via alla fase decisiva del percorso di qualificazione Olimpica tanto a livello individuale quanto, soprattutto, a squadre. Prima stazione, Varsavia.

Riassunto delle puntate precedenti. L’Italia è partita alla grande in questa stagione, con un Luigi Samele in grande spolvero capace di centrare due podi in altrettante uscite; nell’ultima gara di Montreal a lui si è aggiunto anche Luca Curatoli. Bene anche il percorso a squadre: il terzo posto in Egitto, ha di fatto messo il quartetto completato da Enrico Berré e Aldo Montano a un passo dal traguardo qualificazione, dal momento che gli azzurri sono saldamente fra le prime quattro dello speciale “ranking olimpico”. Un buon risultato in Polonia, quindi, permetterebbe alla banda Sirovich di compiere il passo decisivo per diventare la quinta squadra italiana presente a Tokyo dopo le due di fioretto e le due di spada, in attesa che anche le sciabolatrici riescano ad aggiungersi.

Non meno avvincente si annuncia la prova individuale: i già citati risultati degli azzurri e i tanti attori in grado di poter recitare da protagonista sul palcoscenico rendono il pronostico per il vincitore finale alquanto complicato, mentre la lotta per i posti individuali nella gara olimpica aggiunge ulteriore pepe al tutto.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *