La spada italiana risponde subito presente, Filippo Armaleo argento a Porec

L’azzurro è argento nella prova individuale di spada maschile Under 20 agli Europei di Porec. Vince il russo Lomaga. Finale a otto per Davide Di Veroli

 

Erano fra i più attesi per una medaglia, vista la stagione da dominatori in Coppa del Mondo. E gli spadisti azzurri non hanno deluso: la firma ce la metta Filippo Armaleo, che nella prova individuale di spada maschile Under 20 agli Europei di Porec centra la medaglia d’argento. Andando vicino anche al bersaglio grosso, ma la zampata finale del russo Egor Lomaga in rimonta impedisce al genovese il coronamento migliore a una gara solida.

Cominciata con 5 vittorie su 6 match nella fase a gironi preliminari e proseguita con la lunga scalata al tabellone principale per arrivare alla sfida decisiva per l’oro. Condotta quasi sempre in testa dall’azzurro, che però ha dovuto fare i conti con la determinazione dell’avversario, bravo a rimanere sempre in scia e a ritornare sotto anche quando l’esito del match sembrava ormai sorridere ad Armaleo. Alla fine vince Lomaga, ma resta una bella medaglia d’argento continentale da festeggiare, in un podio completato dal francese Messien e dall’altro russo Shvelidze.

Quest’ultimo ha fermato ai quarti di finale Davide Di Veroli, battuto 15-14 e quinto a fine giornata. Stop nel tabellone dei 32 per Enrico Piatti, mentre è incappato in una giornata poco brillante Giulio Gaetani, eliminato nel tabellone dei 128.

Classifica– 1. Lomaga (Rus), 2. Armaleo (ITA), 3. Shvelidze (Rus), 3. Messien (Fra), 5. Di Veroli (ITA), 6. Osman-Touson (Hun), 7. Biro (Aut), 8. Andrews (Gbr)