La super stagione dei Giovani azzurri: in cinque armi su sei l’Italia comanda la classifica di Coppa del Mondo Under 20

Eccezion fatta per il fioretto maschile, l’Italia ha un proprio atleta in tutte le classifiche individuali di Coppa del Mondo Under 20. E nella spada maschile è dominio assoluto con tre azzurri nelle prime tre posizioni.

 

Chissà quale finale di stagione avrebbero potuto dipingere i Giovani azzurri se in mezzo non ci si fosse mezzo il Coronavirus e la conseguente cancellazione dei Campionati Mondiali di Salt Lake City: domanda più che lecita, alla luce del vero e proprio marchio a fuoco impresso dagli Under 20 nella stagione di Coppa del Mondo.  Un semplice dato è sufficiente per dare la dimensione del dominio italiano: in ben cinque classifiche individuali su sei, a comandare la classifica è un azzurro.

Ma andiamo più nel dettaglio: al femminile, tutte e tre le classifiche sono presidiate da azzurre. Nel fioretto davanti a tutte c’è Martina Favaretto, che prima che la pandemia si prendesse purtroppo il centro della scena ha anche trovato il tempo per mettere la propria firma sull’oro Europeo Giovani a Parenzo in una finale tutta azzurra contro Vittoria Ciampalini. Naturalmente la noalese sarebbe stata anche l’assoluta favorita per il discorso medaglie ai Mondiali. Sempre nel fioretto, ben messa anche Marta Ricci, terza e divisa dalla corregionale solo dalla presenza della campionessa del Mondo in carica Lauren Scuggs.

1 175000 FAVARETTO Martina ITA
2 138000 SCRUGGS Lauren USA
3 127000 RICCI Marta ITA
4 116000 LACHERAY Eva FRA
5 116000 SUNDUCHKOVA Alexandra RUS

Fra le sciabolatrici, a svettare in classifica è Benedetta Taricco: la portacolori dell’Aeronautica, capace agli Assoluti di Palermo di issarsi fino alla medaglia di bronzo, è stata autrice di una stagione molto solida sfociata in due vittorie e due podi in Coppa del Mondo Giovani. Non è fra le prime cinque della classifica ma merita menzione anche la stagione di Alessia Di Carlo, bronzo agli Europei di Porec.

1 168000 TARICCO Benedetta ITA
2 126000 ILIEVA Yoana BUL
3 123000 BOTELLO Natalia MEX
4 120000 DROZD Dariya RUS
5 102000 SZUCS Luca HUN

Chiudiamo la nostra carrellata con la spada femminile. La fine del ciclo della “generazione di fenomeni” e il necessario rinnovamento del “roster” non ha influito più di tanto sui destini della spada azzurra. Gaia Traditi – che comanda la classifica Mondiale – ma anche Gaia Caforio e Sara Kowalczyk hanno reso tantissimo in questa stagione vissuta da protagoniste, confermando la validità del vivaio azzurro in fatto di spada femminile.

1 185000 TRADITI Gaia ITA
2 140000 ZHARKOVA Evgeniya RUS
3 77000 BRYCH Barbara POL
4 76250 BIELESZOVA Veronika CZE
5 75000 LOIT Karoliine EST

Al maschile l’unica arma in cui l’Italia non ha atleti in testa alla classifica è il fioretto. Nell’arma in cui i giovani rampanti russi hanno imposto il loro ritmo, gli azzurri sono sembrati faticare ma si sono comunque tolti le loro soddisfazioni, soprattutto a squadre dove il quartetto composto da Alessio Di Tommaso, Tommaso Marini, Tommaso Martini e Alessandro Stella ha centrato il secondo posto a  Bangkok, vinto ad Aix-en-Provence e chiuso con il terzo posto di Sabadell la stagione di Coppa del Mondo.

1 158000 BORODACHEV Kirill RUS
2 158000 SAVIN Rafael FRA
3 135000 MYLNIKOV Vladislav RUS
4 134000 SPICHIGER Armand FRA
5 127000 HAMZA Mohamed EGY

Dal fioretto a…Fioretto. Nel senso di Luca: vice campione Europeo a Parenzo a febbraio, primo nella classifica individuale di Coppa del Mondo. Ritiratosi Lorenzo Roma, mattatore della scorsa stagione, saliti di categoria i vari Matteo Neri, Alberto Arpino e Giacomo Mignuzzi, la nuova generazione di sciabolatori azzurri si è fatta trovare pronta a raccoglierne l’eredità, dimostrandolo a suon di risultati. Detto di Fioretto (1 vittoria e quattro piazzamenti sul podio), ci sono anche Pietro Torre (terzo in classifica), Michele Gallo e Giorgio Marciano a tenere alto il nome della sciabola maschile azzurra.

1 160000 FIORETTO Luca ITA
2 129000 TYULYUKOV Kirill RUS
3 110000 TORRE Pietro ITA
4 99000 SKEETE Kamar USA
5 96000 SARON Mitchell USA

Ma se c’è un’arma in cui la parola “dominio” è ben spesa, questa è sicuramente la spada. Quattro italiani nei primi cinque, e il “podio virtuale” a tinte interamente azzurre. Giulio Gaetani è stato autentico mattatore della stagione di Coppa del Mondo, salendo sempre sul podio; dietro di lui ci sono Davide Di Veroli, che nell’unica gara stagionale in Grecia ha centrato la vittoria, ed Enrico Piatti. Quinto posto per Filippo Armaleo.

1 145000 GAETANI Giulio ITA
2 111000 DI VEROLI Davide ITA
3 86000 PIATTI Enrico ITA
4 83000 LOMAGA Egor RUS
5 77250 ARMALEO Filippo ITA

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi