A Kazan si decidono le ultime squadre qualificate a Tokyo: tutto può succedere in una lotta pazza!

Tanti scenari possibili nell’ultima gara valida per la qualificazione a squadre della spada femminile alle Olimpiadi di Tokyo. Numerose le squadre in lotta, ecco cosa potrebbe accadere.

 

A Kazan si chiuderà il percorso di qualificazione a squadre per quanto riguarda la spada femminile. Due giornate lunghissime, da altissima tensione per tutte quelle protagoniste che ancora non hanno vidimato il pass per i Giochi Olimpici. Una prova tutta da seguire, quindi, quella che si dipanerà in due spezzoni fra lunedì e martedì, in cui la lotta per la vittoria sarà affiancata da una vera e propria gara nella gara.

In mezzo a tanta incertezza, partiamo da una certezza: chiudendo i conti a Barcellona prima che la pandemia bloccasse tutto, l’Italia ha fatto il pi√Ļ grande affare che si potesse mai pensare. Ovvero, quello di lasciare agli altri la patata bollente. In Russia, quindi, sar√† lotta senza quartiere con tante squadre coinvolte.

  • Le azzurre, al momento quinte e qualificate come miglior Europea, potrebbero scavalcare gli Stati Uniti ed entrare nella top 4, spedendo in tal caso all’inferno il Canada. Il quale, al momento √® qualificato come miglior squadra della zona Panamericana. Al contempo per√≤ potrebbe fare felici altre squadre, a partire dall’Estonia che √® la prima in lista per lo slot Europeo, anche se al momento l’assenza di un’africana dalla top 16 le qualifica comunque.
  • La Corea Del Sud √® al momento qualificata come miglior asiatica, ma anch’essa potrebbe prendersi il quarto posto, a patto di aggiudicarsi la prova oppure sperando in un piazzamento peggiore del quarto posto degli Usa in caso di secondo posto: in tal caso a ringraziare sarebbe Hong Kong, che prenderebbe lo slot asiatico.
  • Come detto, al momento non c’√® una squadra africana fra le top 16, ma l’Egitto √® un solo punto dalla sedicesima piazza occupata dal Giappone. La qualificazione dell’Egitto toglierebbe quindi il posto extra al momento appannaggio dell’Estonia, con Kirpu e compagne che devono sperare nel sorpasso dell’Italia sugli Usa per prendere il pass Europeo. Qualora invece le egiziane non riuscissero a rientrare in corsa, si innescherebbe una lotta¬† coinvolge la gi√† citata Estonia assieme a Ucraina e Francia. Con quest’ultima che deve necessariamente spingersi perlomeno fino alla finale se vuole nutrire speranze di acchiappare le baltiche. Le quali possono permettersi anche un secondo posto in caso di vittoria francese o un quarto in caso di secondo posto delle transalpine, che in virt√Ļ dello scarto dei peggiori piazzamenti partono ad handicap anche verso le ucraine malgrado le precedano in classifica.

Di seguito la classifica della corsa alla qualificazione Olimpica nella spada femminile a squadre aggiornata dopo Barcellona, ultima gara prima dello stop:

CLASSIFICA SQUADRA ZONA PUNTI
1 Cina Asia 330
2 Russia Europa 308
3 Polonia Europa 304
4 Stati Uniti Americhe 288
5 Italia Europa 279
6 Corea del Sud Asia 259
7 Estonia Europa 223
8 Francia Europa 203
9 Ucraina Europa 197
10 Germania Europa 171
11 Ungheria Europa 168
12 Romania Europa 163
13 Canada Americhe 156
14 Hong Kong Asia 151
15 Svizzera Europa 148
16 Giappone Asia 125

Fonte: Fencing – Qualification for Tokyo 2020/Facebook

Pianeta Scherma sui social: Instagram, Telegram, Facebook

Foto Bizzi