A fioretto city comanda sempre Inna Deriglazova, Alice Volpi si ferma a una stoccata dal podio

Inna Deriglazova vince il Grand Prix di fioretto femminile a Doha. Podio per Chen, Thibus e Martyanova. Stop ai quarti per Alice Volpi.

 

Come se nulla fosse stato. Come se il lungo stop per pandemia, protrattosi per oltre un anno, non si sarebbe interposto fra l’ultima gara disputata e quella della ripresa: a comandare, nel fioretto femminile è sempre Inna Deriglazova. “Lasciate ogni speranza, voi ch’intrate” nel regno personale della furiclasse di Kurchatov, che fa suo il Grand Prix qatariota e rilancia la sfida a Tokyo.

Successo numero 20 nel circuito per lei, sancito dal 15-5 con cui ha battuto in finale la cinese Chen Quingyuan in un assalto che di storia non ne ha mai avuta. Firma in calce su una giornata in cui di fatto la russa ha avuto ben pochi grattacapi, dal 15-6 del primo assalto alla chiosa finale, passata anche dalla doppia sfida contro le azzurre Camilla Mancini e Beatrice Monaco. Che tengono anche botta ma sono costrette ad alzare bandiera bianca appena Deriglazova ha imposto le accelerazioni decisive. E se nemmeno Ysaora Thibus in semifinale è riuscita a fermare la corsa della russa (15-10 il punteggio finale), ancora meno ha potuto la Chen.

Tanta amarezza in casa Italia, soprattutto per Alice Volpi. La senese, autrice di un’ottima gara, si ferma a una sola stoccata dal podio, trovando strada sbarrata dalla russa Marta Martyanova, a fine giornata coinquilina di Thibus sul terzo gradino del podio. Fra le altre note positive di casa Italia, le solide prove della già citata Beatrice Monaco, di Erica Cipressa e di Martina Sinigalia, tutte fermatesi alle porte della finale a otto.

Delusione, invece, per Arianna Errigo. La muggiorese fatica giù nel primo match, superando per 15-14 la statunitense Cho, prima di alzare bandiera bianca al secondo turno contro Irem Karamete. Ottima la gara della turca moglie di Andrea Baldini, che si è spinta fino alle porte del podio chiudendo in ottava posizione. Un passo falso che potrà essere smaltito con calma, visto che con ogni probabilità da qui alle Olimpiadi non ci saranno più gare.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Arianna Errigo (@aryerri)

Classifica – 1. Deriglazova (Rus), 2. Chen (Chn), 3. Thibus (Fra), 3. Martyanova (Rus), 5. Volpi (ITA), 6. Zagidullina (Rus), 7. Korobeynikova (Rus), 8. Karamete (Tur

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma sui social: Instagram, Telegram, Facebook

Foto Bizzi