La prima volta non si scorda mai: sono undici gli esordienti assoluti alle Olimpiadi in casa Italia

Ben undici fra gli Azzurri in gara a Tokyo vivranno in Giappone la loro prima Olimpiade. Per alcuni di loro doppio impegno, quattro partono come riserve per la prova a squadre.

 

Undici atleti al loro esordio Olimpico su ventiquattro convocati. Ovvero quasi il cinquanta per centro della delegazione italiana della scherma a Tokyo. Tanti sono colori i quali per la prima volta nella loro vita assaggeranno le emozioni che soltanto i le Olimpiadi sanno dare Una gara unica nel suo genere e per questo molto esigente a livello emotivo, a prescindere che la si affronti a 21 anni come Federica Isola o a 32 come Martina Batini.

E proprio la squadra di fioretto femminile è quella più ricca di volti nuovi: fatta eccezione per Arianna Errigo, che ha già alle spalle due partecipazioni ai Giochi, tutte le altre ragazze sono al loro esordio a Cinque Cerchi. Un esordio tardivo, quello di Martina Batini e Alice Volpi – 32 e 29 anni rispettivamente – dovuto a porte chiuse causa concorrenza monstre e, soprattutto, dalla mancanza di prova a squadre a Rio 2016.

Ora per entrambe la grande occasione è arrivata. E si presentano in pedana con le spalle larghe e la sacca già piena di trofei internazionali. Basterà per sconfiggere l’emozione del debutto? Prima volta anche per Erica Cipressa, che però vola in Giappone in qualità di riserva per la prova a squadre.

Due deb a testa per le squadre di sciabola e per la spada femminile. Fra le sciabolatrici, prima volta per Martina Criscio – che sarà in gara nelle due gare – e Michela Battiston. Al maschile, a fare da contraltare alla presenza numero 5 di Aldo Montano, ci sono Luca Curatoli ed Enrico Berrè, entrambi in azione nelle gare individuali e in quella a squadre come titolari.

Nella spada donne Federica Isola rappresenta, assieme ad Alberta Santuccio, il volto nuovo : la vercellese dell’Aeronautica è la più giovane non solo fra le spadiste ma dell’intera delegazione azzurra. Per lei prova individuale e a squadre, mentre la siciliana parte come riserva per la prova a squadre.

Più consolidate, infine, le strutture delle squadre di fioretto maschile e spada maschile, con un esordiente a testa all’appuntamento Olimpico. Alessio Foconi si giocherà le proprie carte in entrambe le gare di fioretto, Gabriele Cimini parte come riserva nella squadra di spada maschile pronto a dire la sua qualora chiamato in causa.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi