Luigi Tarantino: “La mia grande sfida è portare le ragazze alla medaglia Olimpica”

Il ct della sciabola azzurra ha cominciato il lavoro con il gruppo femminile. Impostando il lavoro con l’ambizione di portare all’Italia la medaglia Olimpica che ancora manca.

 

Parola d’ordine: entusiasmo. Quello che fin da subito ha animato Luigi Tarantino, fresco di nomina a ct della sciabola italiana. Un compito difficile, quello che attende il pluridecorato ex sciabolatore azzurro, che nel post Tokyo ha ereditato il testimone di Giovanni Sirovich. In questi giorni Tarantino è impegnato alla direzione del suo primo allenamento Assoluto e sta lavorando a Cascia con il gruppo femminile.

Ai suoi ordini, un mix fatto di atlete esperte già da tempo nel giro della Nazionale assoluta e altre più giovani che stanno cercando di emergere, ben conosciute da Tarantino dal momento che hanno già lavorato con lui nel settore giovanile. “Utilizzerò questi primi mesi per verificare le possibilità di tutte le atlete che ho a disposizione, per poi fare una valutazione” ha spiegato il ct tramite il sito federale “Il ricambio generazionale sarà graduale, sono molto fiducioso”.

L’obiettivo, nemmeno troppo a lungo termine, è quello di arrivare pronti per quando inizierà il cammino di qualificazione ai prossimi Giochi Olimpici di Parigi 2024. Ma Luigi Tarantino, che non ha negato una forte emozione al momento di iniziare il proprio lavoro, ha per lui e per le ragazze un progetto ancora più grande: “Alle ragazze, come prima cosa, ho detto d’inseguire i propri sogni, di dare il massimo sempre, in ogni allenamento, sacrificando tutto ciò che c’è da sacrificare per raggiungere i loro obiettivi. E il più grande è una medaglia olimpica, che l’Italia della sciabola femminile non ha ancora mai vinto”.

Fra qualche giorno, Tarantino inizierà a lavorare anche con il gruppo maschile. Si riparte dal doppio argento di Tokyo, con un Aldo Montano in meno ma con tanti giovani che da dietro scalpitano per prendere il loro posto: “La sciabola maschile è tornata dal Giappone con due medaglie d’argento, bisognerà consolidare quanto fatto e inserire dei giovani interessanti che già si stanno facendo spazio. Nel settore femminile, invece, quella medaglia olimpica ancora manca. E bisogna lavorare per raggiungere questo grande obiettivo”.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi