Berna ispira ancora Andrea Santarelli, l’azzurro è terzo in Coppa del Mondo

Andrea Santarelli terzo a Berna

Terza piazza Andrea Santarelli, che a Berna rinnova il suo feeling con il podio. Vince Ruben Limardo su Alexandre Bardenet, terzo anche Romain Cannone.

 

C’è una curiosa geografia nei podi di Andrea Santarelli, come se in alcune città l’ispirazione schermistica del ventottenne fulignate fosse solleticata più del solito. Se si fa eccezione per l’argento agli Europei di Dusseldorf del 2019, sul mappamondo delle medaglie di Santa ci sono Doha, Budapest – che gli ha dato anche un bronzo  mondiale oltre che un paio di podi Grand Prix – e Berna.

Terzo nel 2016, terzo oggi. Del resto che questa fosse una gara particolarmente amica dello spadista umbro ma trapiantato ormai da anni a Milano, era cosa ben nota fin dalla fase di presentazione. E anche oggi Andrea non ha deluso le attese, andandosi a prendere un pezzettino di un podio che è pura nobiltà schermistica.

Là in alto c’è Ruben Limardo Gascon, campione Olmpico a Londra 2012 e che è ripartito con l’entusiasmo di un ragazzino a caccia di un nuovo sogno a Cinque Cerchi malgrado la carta d’identità dica 36. In coabitazione con Santarelli c’è chi a Tokyo ha scritto la favola più bella e che da quel giorno è entrato in una nuova dimensione. In mezzo, Alexandre Bardenet, che ferma cannone in semifinale ma non può nulla contro Limardo.

Leggi anche – Federica Isola terza a Tallinn nel giorno della festa francese

Poco fortunata invece la gara degli altri quattro azzurri in lizza oggi nel tabellone principale. A Davide Di Veroli non basta tirare un super match per avere ragione di Yannick Borel nel tabellone dei 32, stesso punto della gara dove si fermano Gabriele Cimini ed Enrico Garozzo. Fuori nel tabellone dei 64 infine Valerio Cuomo.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Pavia/Bizzi