Schermidori inaspettati, 5 artisti con la scherma nel sangue

Schermidori inaspettati

Musicisti, ma anche attori, registi, e persino un guru dell’informatica. Tantissimi personaggi diventati poi famosi in altri ambiti hanno avuto in qualche modo a che fare con la scherma. 

 

Il recentissimo video di Marracash che tira di scherma ci ha portati ancora una volta a ragionare sul fortissimo connubio tra scherma e arte. L’occasione, per me, ha fatto da spunto per soffermarmi sugli schermidori inaspettati: quelle eccellenze che si sono distinte nella recitazione, nella musica e in generale in tutti i campi non sportivi ma che hanno anche un profondo legame con la scherma sportiva. Tra i tanti, ne ho selezionati cinque: andiamo a scoprirli!

LEGGI ANCHE – Scherma e musica rinnovano la propria sinergia nel nuovo video di Marracash “Crazy Love”

Bruce Dickinson

Tra gli artisti dediti alla scherma sportiva, probabilmente Bruce Dickinson è il più famoso. Conosciuto principalmente come frontman della band internazionale Iron Maiden, il cantante inglese non è solo un nome di primo piano nel campo dell’heavy metal ma vanta anche un legame profondo con la scherma.

L’incontro tra Bruce Dickinson e l’arma bianca avviene a scuola, quando è ancora un ragazzino: da allora è un amore fatto di alti e bassi ma che gli concede più di una soddisfazione, come il settimo posto nel ranking britannico e la convocazione olimpica sfiorata di un soffio.
Negli ultimi anni, il cantante è tornato a calcare le pedane per hobby e non ha mai mancato di sottolineare le similitudine tra le sue due passioni, la scherma e la musica.

Gene Wilder

L’indimenticabile attore protagonista di commedie memorabili non ha mai nascosto il suo rapporto con la scherma, disciplina in cui si era dimostrato particolarmente versato e che ha avuto anche occasione di integrare nel suo lavoro nella recitazione.

Dopo il diploma, Gene Wilder si iscrive alla Bristol Old Vic Theatre School ed è qui che ha l’occasione di apprendere l’arte della scherma. E i risultati non si fanno attendere perché nel 1955 è il primo esordiente a vincere l’All-School Fencing Championship. La scherma gli tornerà utile anche durante i primi anni di carriera, quando si manterrà impartendo lezioni ai giovani attori, e tornerà protagonista in alcuni suoi ruoli, come quello interpretato nel 1975 in Il fratello più furbo di Sherlock Holmes.

Mark Zuckerberg

Il suo nome è legato in particolare al mondo della tecnologia, essendo a capo dell’impero META (già Facebook e Instagram) ma Mark Zuckerberg ha un rapporto vivo anche con la scherma sportiva, come ha dimostrato in più di un’occasione. Anche per lui, come spesso accade, il primo incontro è avvenuto a scuola ma è di recente che Zuckerberg e la scherma si sono riavvicinati. Lo scorso settembre, infatti, sui canali social del magnate era apparso un video girato in prima persona mentre tirava di fioretto insieme alla campionessa olimpica Lee Kiefer. E proprio con l’ologramma dell’atleta statunitense, lo scorso ottobre, Mark Zuckerberg si è cimentato in un assalto durante il Connect 2021 per dimostrare le potenzialità del suo Metaverse.

Tom Savini

Il suo nome sarà particolarmente familiare agli appassionati di horror ma la carriera di Tom Savini è poliedrica e trasversale. Attore per Quentin Tarantino (Dal tramonto all’alba), il suo nome è legato in particolare a trucco ed effetti speciali, aspetto di cui si è occupato in diversi film, tra cui molti diretti dal Maestro George A. Romero.

Tra gli aspetti meno noti della sua figura, il fatto che è anche uno schermidore sportivo da moltissimi anni e che ha preso parte a diversi tornei. E si tratta di una passione senza tempo a quanto pare perché, secondo alcune indiscrezioni, prende parte tuttora ad allenamenti e gare appena ne ha la possibilità.

Basil Rathbone

È stato uno degli attori inglesi più famosi di Hollywood e, tra gli anni Trenta e i Quaranta, interprete di numerosissimi titoli di cappa e spada, nonché di ben 14 trasposizioni di Sherlock Holmes (e, secondo alcuni, resta tuttora la migliore incarnazione cinematografica dell’investigatore di Baker Street).

Oltre a tutto questo, Basil Rathbone è stato anche un valente spadaccino: era noto come “la migliore lama di Hollywood” e non ha caso è stato anche insegnante di scherma di alcuni colleghi come Errol Flynn e Tyrone Power. L’incontro con la scherma era avvenuto durante il servizio militare: in quel periodo, il futuro divo di Hollywood ha vinto due volte il British Army Fencing Championship.

Instagram: clack_87

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.