A Tirrenia il primo ritiro integrato fra la Nazionale Olimpica e quella Paralimpica, si parte con la spada

Scherma paralimpica - dal 7 all'11 luglio in pedana a Varsavia

 

Da oggi e fino al prossimo venerdì 21 gennaio a Tirrenia si terrà uno specialissimo ritiro integrato in cui le nazionali di spada Olimpica e Paralimpica lavoreranno assieme per preparare i rispettivi prossimi impegni internazionali.

Quello che scatta nel Centro di Preparazione Olimpica in Toscana è soltanto il primo degli appuntamenti di questo tipo voluti dalla Federazione Italiana Scherma sulla strada verso Parigi 2024.

“Lo scambio tra atleti olimpici e paralimpici non è assolutamente una novità per il mondo della scherma. Nelle tante sale italiane in cui le due specialità vengono praticate è una piacevolissima costante vedere atleti della scherma olimpica tirare in carrozzina con i colleghi paralimpici. Farlo anche nei ritiri delle nostre Nazionali, a cominciare con la spada, rappresenta un ulteriore importante momento di confronto e reciproco arricchimento per schermidori e tecnici azzurri di entrambi i settori”. Così il presidente Paolo Azzi ha commentato l’iniziativa.

Di seguito i convocati da Dario Chiadò e Francesco Martinelli:

Spada femminile – Alessandra Bozza, Beatrice Cagnin, Alice Clerici, Eleonora De Marchi, Elena Ferracuti, Marta Ferrari, Rossella Fiamingo, Nicol Foietta, Federica Isola, Sara Maria Kowalczyk, Roberta Marzani, Mara Navarria, Giulia Rizzi, Emilia Rossatti, Alberta Santuccio, Gaia Traditi

Spada maschile – Filippo Armaleo, Gianpaolo Buzzacchino, Gabriele Cimini, Valerio Cuomo, Davide Di Veroli, Giulio Gaetani, Enrico Garozzo, Simone Mencarelli, Edoardo Munzone, Giacomo Paolini, Enrico Piatti, Andrea Russo, Andrea Santarelli, Matteo Tagliariol, Andrea Vallosio, Federico Vismara

Spada paralimpica – Matteo Betti, Matteo Dei Rossi, Edoardo Giordan, Emanuele Lambertini, Gianmarco Paolucci, Rossana Pasquino

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi