Sciabola maschile: Ungheria in trionfo ad Antalya, l’Italia chiude al settimo posto la prova a squadre

Scherma - Italia 7^ nella prova a squadre di sciabola maschile ad Antalya

Battuta in finale l’Ucraina. Medaglia di bronzo per i padroni di casa della Turchia. Settimo posto per l’Italia. 

 

Ungheria sul tetto d’Europa, Ucraina a un passo da una vittoria carica di significati, Turchia al bronzo. Il tutto mentre l’Italia fa i conti con una giornata complicata e con un settimo posto finale che lascia amaro in bocca. Nella gara a squadre di sciabola maschile agli Europei di Antalya succede di tutto e alla fine a portarsi a casa il bottino è il quartetto guidato da Aron Szilagyi, che riscatta così una prova individuale da dimenticare.

Ucraina da applausi – Vincono gli ungheresi, si prendono l’argento con tanti applausi i ragazzi ucraini. Una medaglia tutto cuore, in cui l’unico assalto relativamente tranquillo è stato quello contro la Spagna a inizio giornata. Quindi le vittorie di corto muso su Germania e Turchia per prendersi la finale contro la squadra medaglia di bronzo degli ultimi Giochi Olimpici di Tokyo. Andriy Yagodka, Yuriy Tsap e Vasyl Humen (Bogdan Platonov completava il quartetto) danno filo da torcere agli ungheresi e arrivano all’ultima frazione con tutto ancora aperto. Prima che l’accelerazione di Aron Szilagy chiudesse del tutto la pratica.

Pandemonio Turchia – Gli scalpi di Georgia ed Italia, la finale sfiorata e persa soltanto di stretta misura in un tiratissimo testa a testa con l’Ucraina, quindi la medaglia di bronzo a spese della Francia. Per i padroni di casa Una squadra giovanissima, dove a brillare è il sedicenne Tolga Aslan che con un super parziale al terzo assalto contro Eliott Bibi (10-4) ha ribaltato le sorti dell’incontro favorevole all’inizio ai transalpini. Il resto lo mettono Muhammad Anasiz ed Enver Yldrim, l’uomo deputato a mettere in calce la firma ad ogni assalto e a cui spetta l’onore di chiudere l’assalto che regala ai turchi la prima medaglia di questi Europei.

Leggi anche: Luca Curatoli a un passo dal titolo nella sciabola maschile: ad Antalya vince Bazadze, argento per l’azzurro

Settimo posto Italia – “Da che eravamo in grosso vantaggio, ci siamo trovati sotto ed è come se avessimo mollato l’osso”. Ci mette la faccia da vero capitano Luca Curatoli, dopo il settimo posto con cui il quartetto completato da Michele Gallo, Giovanni Repetti e Pietro Torre ha chiuso la prova a squadre di Antalya. Un’Italia che ha pagato l’inesperienza degli elementi più giovani e che non è riuscita a trovare una reazione dopo il parziale subito da Gallo (3-13) a metà match contro la Turchia nei quarti di finale. Fuori dalla lotta per la medaglia, gli Azzurri hanno affrontato il gironcino per i piazzamenti, trovando una sconfitta contro la Germania e una vittoria contro la Polonia che ha certificato il piazzamento finale. Fra un mese si torna in pedana per i Mondiali. Trenta giorni in cui Nicola Zanotti, che avrà un Gigi Samele in più nel motore dopo che il foggiano è stato costretto ai box a questi Europei, dovrà lavorare per preparare i ragazzi alla sfida iridata e a un altro debutto che si preannuncia davvero infuocato.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.