Troppa Francia per le Azzurre, Italia d’argento nella sciabola femminile a squadre

Scherma - Argento per l'Italia nella prova a squadre di sciabola femminile ad Antalya

Azzurra battute nettamente in finale dalle transalpine nella prova a squadre di sciabola ad Antalya. Bronzo per l’Ucraina.

 

Un argento per a squadre per congedarsi dall’Europeo di Antalya e da cui ripartire in vista dell’appuntamento iridato al Cairo fra meno di un mese. L’Italia della sciabola femminile cede nettamente alla Francia in finale al termine di un assalto che le transalpine hanno preso fin da subito in mano e chiuso sul 45-23. Epilogo amaro di una gara in cui Michela Battiston, Martina Criscio, Rossella Gregorio ed Eloisa Passaro hanno funzionato a tratti a corrente alternata fin dagli assalti contro Turchia e Ungheria, frenate anche dalle non perfette condizioni fisica della vice campionessa individuale.

Finale a senso unico – Le transalpine partono subito con il piede pigiato sull’acceleratore e in poco tempo scappano via. Pur priva di Manon Brunet, la Francia è una macchina che funziona a pieno regime. Balzer, Queroli e Noutcha imprimono il loro ritmo mettendo in difficoltà le azzurre, che dal canto loro non riescono a trovare le adeguate contromisure e subiscono la scherma delle avversarie. E nemmeno la mossa di inserire Eloisa Passaro, già in difficoltà nell’assalto contro la Turchia al mattino, al posto dell’acciaccata Rossella Gregorio riesce a invertire il corso degli eventi. Fino alla firma in calce messa da Balzer che regala alla Francia l’ultima medaglia in palio ad Antalya.

Leggi anche: Solo Anna Bashta è più forte di Rossella Gregorio, arriva l’argento per la sciabolatrice azzurra ad Antalya

Bronzo Ucraina – C’è un po’ di Italia anche sul terzo gradino del podio. Il bronzo se lo prende infatti l’Ucraina guidata da fondo pedana da Andrea Terenzio e trascinata da Olga Kharlan alla vittoria sull’Ungheria. A fare da spalla alla campionessa di Mykolaiv, che ha illuminato la pedana con lampi di classe sopraffina (da vedere e rivedere il doppio “capitone” a Pusztai nell’ultima frazione), Yulia Bakastova e Olena Kravatska, subentrata a Olena Voronina e autrice di una grande prova.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Pavia/Bizzi