Coppa del Mondo scherma: i vincitori individuali della stagione 2021/2022

Scherma - I vincitori della Coppa del Mondo individuale 2021/2022

Unico successo italiano, quello di Tommaso Marini nel fioretto maschile. Prima volta in carriera per tutti i vincitori.

 

I Mondiali del Cairo hanno plasmato definitivamente le classifiche di Coppa del Mondo 2021/2022, perlomeno a livello individuale. Sei vincitori, sei Nazioni diverse rappresentate e, soprattutto, per tutti quanti i nomi coinvolti si tratta di una prima volta in carriera. Persino per un campione come Aron Szilagyi, che con il successo ottenuto in Egitto ha completato la sua personale lista delle vittorie possibili, in una stagione in cui, pur essendo entrato in gioco più tardi rispetto alla concorrenza, si è tolto diversi sfizi compreso quello di portarsi a casa una volta per tutte il Trofeo Luxardo.

Fioretto, fra Usa e Italia – Il 15-14 subito da Arianna Errigo nella semifinale della gara iridata ha spezzato il sogno di Lee Kiefer di completare al primo tentativo il suo “Grand Slam” di medaglie d’oro, ma la statunitense si consola comunque con una stagione da grande protagonista e la soddisfazione di chiudere la stagione da Numero 1 al Mondo, ponendo fine al regno di Inna Deriglazova che durava da quattro edizioni di fila. Al maschile l’unico sigillo azzurro, grazie a Tommaso Marini. Il marchigiano succede così ad Alessio Foconi, mantenendo affare italiano la Coppa del Mondo di fioretto.

Leggi anche: Tommaso Marini, una stagione da fenomeno che vale la Coppa del Mondo di fioretto maschile

Anna, regina senza corona iridata – È mancata soltanto la classica ciliegina sulla torta, ma Anna Bashta chiude comunque davanti a tutte la propria clamorosa stagione. Tre successi Coppa del Mondo, l’oro agli Europei, l’argento ai Mondiali: la consacrazione della russa d’Azerbaigian è passata attraverso queste tappe, mostro di costanza nell’anno in cui le Regine della disciplina per motivi diversi e opposti non hanno potuto difendere il loro trono. Ora per lei arriva il difficile, ovvero la riconferma. Ma la Bashta vista questa stagione ha tutte le carte in regola per poter replicare.

Le Roi Romain e la Regina d’Oriente – Ha il sapore della Storia la firma di Choi Injeon sulla Coppa del Mondo di spada femminile. Nessuna atleta coreana prima di lei, infatti, aveva chiuso la stagione di Coppa del Mondo in testa alla classifica. Al maschile non poteva che essere Romain Cannone a portarsi a casa tutto il bottino: il francese, entrato in una nuova dimensione un anno fa centrando l’oro a Tokyo, non si è più fermato: vittorie e podi in Coppa del Mondo, l’oro iridato al Cairo. E non dite che non ve l’aveva detto: “Non chiamatemi sorpresa”. Detto, fatto.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi