Fioretto maschile: annulla la tappa di Bonn di Coppa del Mondo

 

Ancora una cancellazione per la Coppa del Mondo di fioretto maschile: la Federazione Tedesca, infatti, ha deciso di non disputare per quest’anno la tradizionale tappa di Bonn. La notizia dell’annullamento della classica tappa tedesca, che spesso e volentieri ha dato grandi gioie ai colori Azzurri, è stata comunicata ieri dalla stesse Fecheter Bund.

La gara era prevista in calendario dal 12 al 14 novembre e avrebbe dovuto sancire l’inizio della nuova stagione internazionale del fioretto maschile. Ma l’annullamento della gara di Bonn e quello già annunciato della tappa di Tokyo, di fatto fanno slittare a gennaio 2022 a Parigi lo start, salvo modifiche di calendario in corso d’opera.

Per vedere all’opera la prima Italia targata Stefano Cerioni, quindi, ci sarà da attendere. Anche al femminile: sul sito della Federazione Internazionale, infatti, non c’è traccia della prova di Coppa del Mondo di Algeri anch’essa inizialmente calendarizzata per il fine settimana della gara di fioretto maschile di Bonn. Per le ragazze, quindi, esordio fissato dal 10 al 12 dicembre a St. Maur.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Augusto Bizzi

A Orleans anche la sciabola maschile, la gara francese diventa Grand Prix

 

La situazione sempre mutevole legata alla diffusione del Coronavirus, continua ad avere ripercussioni sul calendario della prossima stagione internazionale di scherma. E così, dopo la cancellazione di alcune prove fra cui le due di Coppa del Mondo di fioretto maschile a Tokyo e quella di spada femminile a La Havana, cambia anche qualcosa nel calendario della sciabola.

A Orleans, infatti, alla tradizionale gara femminile che da anni apre la stagione, si affiancherà quella maschile con la classica francese che diventa quindi Grand Prix. Alla base della scelta, l’impossibilità di disputare in Canada il Grand Prix previsto a Vancouver.

Appuntamento quindi dal 12 al 14 novembre con il Grand Prix di Orleans, con le giornate del venerdì e del sabato dedicate alle qualificazioni mentre nella giornata di domenica si svolgeranno i due tabelloni principali. Per quanto riguarda il calendario della Coppa del Mondo di sciabola femminile, entrano in calendario le prove di Coppa del Mondo di Tbilisi e Plovdiv.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Augusto Bizzi

Operazione al ginocchio sinistro per la sciabolatrice ungherese Anna Marton

 

Anna Marton si sottoporrà il prossimo martedì a un’intervento chirurgico per ricostruire i legamenti del ginocchio sinistro andati distrutti lo scorso dicembre durante i Campionati Nazionali ungheresi. Malgrado la gravità dell’infortunio riportato, la sciabolatrice ha sempre rimandato l’operazione chirurgica per non compromettere la qualificazione e la partecipazione ai Giochi di Tokyo.

E proprio durante la prova individuale, Anna Marton ha subito un altro infortunio al medesimo ginocchio, aggravando di più la situazione. Malgrado questo, la magiara ha chiuso al quarto posto la gara e poi tirato la prova a squadre. Adesso la decisione di operarsi in un clinica di Stoccarda, in Germania.

Come la stessa Marton ha spiegato al sito ufficiale della Federazione Ungherese di Scherma, il tempi di recupero previsti sono di nove mesi. Di fatto la stagione della campionessa del Mondo Under 20 2014 è terminata ancora prima di cominciare. “Spero di tornare a fare scherma quanto prima” ha spiegato Anna “ma ora non ho fretta. L’importante è che mi rimetta completamente”.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Augusto Bizzi

Parte in salita la nuova stagione internazionale: cancellate già 22 gare nelle varie categorie

 

Non solo i prossimi Campionati Europei di Plovdiv, previsti per ottobre. Da qui ai prossimi mesi, infatti, sono già 22 le gare internazionali depennate dal calendario della nuova stagione di scherma. A farne le spese alcune gare satellite, prove di Coppa del Mondo Under 20, ma anche prove di Coppa del Mondo Senior, fra cui la gara di fioretto maschile di Tokyo.

Sempre nella categoria Senior cancellate anche la tappa di spada femminile prevista nel fine settimana del 24-26 gennaio del 2022. In Coppa del Mondo Under 20 spicca l’annullamento della due giorni di Londra dedicata al fioretto. Ovviamente alla base delle cancellazioni, le ancora tantissime restrizioni e difficoltà di spostamento legate all’emergenza Covid 19.

Rimangono al momento confermate le altre gare in calendario, con partenza fissata a novembre tanto della stagione Under 20 quanto di quella Assoluti. Di seguito l’elenco dettagliato delle gare saltate:

Amsterdam 11-12 settembre 2021 Torneo satellite FF/FM & SM
Maalot 11-12 settembre 2021 Torneo satellite SPM
Bratislava 18-19 settembre 2021 Torneo satellite SF & FF
Stockholm 25-26 settembre 2021 Torneo satellite SPF & SPM
Turku 2-3 ottobre 2021 Torneo satellite SPF & SPM
Gand 2-3 ottobre 2021 Torneo satellite SF & SM
Oslo 9-10 ottobre 2021 Torneo satellite SPF & SPM
Genève 9-10 ottobre 2021 Torneo satellite SPF & SPM
Antalya 23-24 ottobre 2021 Torneo satellite FF & SF
San José 23-24 ottobre 2021 Torneo satellite SPF & SPM
Isfahan 23-24 ottobre 2021 Tornei satellite SM
Split 30-31 ottobre 2021 Torneo satellite SPF & SPM
Reykjavik 30-31 ottobre 2021 Torneo satellite SF & SM
Barcelone 30-31 ottobre 2021 Torneo satellite FF & FM
Londres 6-7 novembre 2021 Coppa del Mondo Under 20 FF & FM
San Salvador 6-7 novembre 2021  Coppa del Mondo Under 20 SPF & SPM
Guatemala 21-21 novembre 2021  Coppa del Mondo Under 20 FF & SPM
Téhéran 10-12 dicembre 2021  Coppa del Mondo Under 20 SM
Tokyo 10-12 dicembre 2021 Coppa del Mondo FM
Bangkok 18-19 dicembre 2021  Coppa del Mondo Under 20 SPM
La Havane 14-16 gennaio 2022 Coppa del Mondo SPF
La Havane 28-30 gennaio 2022  Coppa del Mondo Under 20 FF & FM

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Augusto Bizzi

WEmbrace Sport: il mondo olimpico e quello paralimpico si sfidano a Milano all’insegna dell’integrazione

 

L’integrazione fra il Mondo Olimpico e quello Paralimpico è da sempre un personale “pallino” di Beatrice Vio. E così Bebe, ieri accolta come una star al Parlamento Europeo di Strasburgo, ha organizzato per il 25 ottobre prossimo a Milano un evento chiamato Wembrace Sport.

Durante la serata, prevista all’Allianz Cloud della città meneghina  (CLICCA QUI PER L’ACQUISTO DEI BIGLIETTI) atleti olimpici e atleti paralimpici daranno vita a una serie di sfide in quattro discipline differenti: scherma, basket, volley e calcio. Si gareggia in forma integrata, ovvero tutti assieme e senza alcuna divisione.

“Per me è la realizzazione di un lavoro sul quale siamo impegnati da anni” ha spiegato Bebe nel corso della conferenza stampa di presentazione di WEmbrace Sport tenutasi oggi a Milano “il mio obiettivo è che l’etichetta WEmbrace tra qualche anno sia ricordata e riconosciuta. Dopo la mia esperienza mi sento moralmente obbligata ad aiutare i ragazzi che non sanno che anche con la disabilità si può continuare a fare sport perché sognavo anche io, dopo la malattia, di potere cominciare subito.”

All’appuntamento meneghino se ne affiancherà un altro, previsto a Roma, dal nome Wembrace Games: esso prenderà il posto dei tradizionali “Giochi senza barriere”, organizzati da anni da Art 4 Sport. Ma ne mutuerà lo spirito goliardico e ludico coinvolgendo anche le famiglie.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

 

Standing ovation per Bebe Vio al Parlamento Europeo di Strasburgo

 

A Tokyo ha stupito nuovamente tutti con due medaglie che hanno tutto il sapore del miracolo. Ma per Bebe Vio i riconoscimenti non sono finiti: la fuoriclasse azzurra della scherma paralimpica, icona mondiale dello sport paralimpico, ha infatti ricevuto nell’aula del Parlamento Europeo di Strasburgo una standing ovation unanime.

A introdurre all’aula la bi-campionessa paralimpica di fioretto femminile, che a Tokyo ha vinto anche l’argento a squadre assieme ad Andreea Mogos e Loredana Trigilia, la Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen.

“Cercare le parole per descrivere l’essenza di questa sensazione non è certo facile nel presentare l’ospite d’onore che ho inviato oggi qui con noi. Ha catturato il mio cuore questa estate. La conoscerete già, ma forse non sapete che ad aprile, solo ad aprile, le avevano detto che era in pericolo di vita. Fu sottoposta a un intervento chirurgico, lottò e guarì. Appena 119 giorni dopo essere stata dimessa ha vinto l’oro paralimpico. Onorevole deputati, diamo tutti insieme il benvenuto a Bebe Vio”. Così von der Leyen ha introdotto nell’aula di Strasburgo Bebe Vio, dando il là agli applausi. Prima di chiudere con il suo intervento con il mantra di Bebe, pronuciato rigorosamente in italiano: “Se sembra impossibile, allora si può fare”.

Molto emozionata dal canto suo la campionessa azzurra, che ha così commentato: “È stato bellissimo. Volevo sotterrarmi dall’imbarazzo, infatti mi sono avvicinata a Paolo Gentiloni chiedendo aiuto. È stupendo essere qui a rappresentare i valori che mi sono stati attribuiti e il mondo italiano dello sport, dei giovani e della disabilità. Ne sono fiera”.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

 

Morto Ildar Mavlyutov, storico Maestro di Inna Deriglazova e di altri campioni del fioretto russo

 

È morto, all’età di 68 anni e dopo una lunga battaglia contro la malattia, Ildar Mavlyutov Maestro russo di fioretto artefice fra le altre cose delle vittorie di Inna Deriglazova, di cui è stato da sempre allenatore a Kurchatov come in Nazionale. Proprio a Mavlyutov si deve la creazione della scuola di Kurchatov, città sorta nel 1968 dopo la costruzione della centrale nucleare di Kursk.

Oltre a Deriglazova, che ha seguito fino all’ultimo anche nelle Olimpiadi di Tokyo dove la fuoriclasse del fioretto ha vinto l’argento individuale e l’oro a squadre, Ildar Mavlyutov ha plasmato e cresciuto tanti altri campioni e campionesse. Fra di loro, Evegenia Lamonova, Dmitry Zherebchenko e Vladislav Mylnikov, quest’ultimo argento Olimpico a squadre sempre a Tokyo.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Russian Federation