Si terranno a Novi Sad i Campionati Europei Cadetti e Giovani 2021

 

In attesa di capire modalità e tempistiche di svolgimento della nuova stagione sia Senior che Under 20 (venerdì 18 è prevista la riunione del Comex FIE), il Comitato Europeo della Scherma, riunitosi in via virtuale lo scorso 12 settembre, ha deciso che sarà Novi Sad ad ospitare gli Europei Cadetti e Giovani 2021.

Resta dunque in Serbia la kermesse continentale per i giovani talenti della scherma, ma cambia la sua sede dal momento che la città inizialmente designata per ospitare la gara era la capitale Belgrado. Gli Europei Cadetti e Giovani 2021 segnano il ritorno di questo tipo di manifestazione a Novi Sad cinque anni dopo l’edizione 2016. Nel 2018 il capoluogo della Vojvodina aveva invece ospitato la rassegna continentale Assoluta.

Sempre nel corso della riunione del Comitato Esecutivo della Confederazione Europea, è stata recepita la candidatura della città svizzera di Basilea come sede degli Europei Assoluti del 2023.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Alessandro Gennari/Pianeta Scherma

Sandro Cuomo inserito nella “Hall of Fame” FIE

 

Una bella notizia per Sandro Cuomo: l’attuale ct della spada azzurra, infatti, è stato inserito nella Hall Of Fame della Federazione Internazionale della scherma. Nella sua carriera d’atleta, lo spadista partenopeo è stato fra le altre cose campione Olimpico (Atlanta 1996) e tre volte campione del Mondo a squadre (1989, 1990, 1993), format di gara con cui ha vinto anche l’Europeo (1999).

Sandro Cuomo diventa così il diciassettesimo italiano a entrare nella prestigiosa galleria di chi ha fatto la storia della scherma. Assieme a lui sono stati nominati, nella quota “atleti”,  il russo German Svešnikov – due volte campione Olimpico a squadre di fioretto fra Roma 1960 e Tokyo 1964 – il francese Brice Guyart, l’ucraino Georgi Pogosov, il venezuelano oro a Londra Ruben Limardo Gascòn e lo sciabolatore coreano Gu Bongil.

È con grandissima soddisfazione che vengo a conoscenza di essere stato inserito nella Hall of Fame dalla Federazione…

Pubblicato da Sandro Cuomo su Sabato 12 settembre 2020

Così, tramite i propri canali social, Sandro Cuomo ha commentato il proprio ingresso nella Hall of Fame della FIE: “È con grandissima soddisfazione che vengo a conoscenza di essere stato inserito nella Hall of Fame dalla Federazione Internazionale di Scherma. Sono fiero di questo riconoscimento e felice della considerazione che il mondo della scherma internazionale mi ha voluto riconoscere, inserendomi in maniera indelebile nella storia dello sport al quale ho dedicato tutta la mia vita…

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Oggi è il World Fencing Day, la scherma celebra la propria giornata Mondiale

 

Anche la scherma ha la sua giornata mondiale e anche quest’anno, la tradizione si rinnova: cade oggi, 12 settembre, il World Fencing Day. Lasciatasi alle spalle la fase più terribile dell’emergenza, e in attesa di conoscere quando si potrà vedere nuovamente dell’azione sulle pedane internazionali, la scherma celebra quindi la sua tradizionale festa che sancisce l’inizio di una nuova stagione.

Per questa occasione la FIE, ha lanciato una massiccia campagna tramite i social per chiedere a tutti i membri della grande famiglia schermistica di raccontare, tramite video, foto o semplici post, cosa significhi per loro la scherma, come questa passione è nata e come tutt’ora si alimenta.

La stessa Federazione Internazionale ha poi prodotto un video con protagonisti gli atleti che animano le gare di alto livello: da Alessio Foconi alla famiglia Massialas al gran completo, passando per le sorelle Besbes e due fra le tante coppie che le pedane hanno contribuito a formare come Alice Volpi e Daniele Garozzo o Olga Kharlan con Gigi Samele.

A tutti i nostri lettori e agli appassionati di scherma l’augurio di un felice World Fencing Day!

If you haven't already, join us for this global celebration by posting and tagging the FIE in a video doing one of the…

Pubblicato da FIE – International Fencing Federation su Sabato 12 settembre 2020

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Fie/Facebook

Il CIO procede spedito verso Tokyo 2021: «Con o senza Covid, i Giochi verranno disputati»

 

A dieci mesi dal via dei Giochi Olimpici di Tokyo, posticipati al 2021 a causa della pandemia da Covid-19, arrivano dal CIO segnali di deciso ottimismo per la disputa della manifestazione a Cinque Cerchi. A confermarne lo svolgimento è stato in mattinata John Coates, presidente della Commissione di coordinamento di Tokyo 2020 e vicepresidente del Comitato Olimpico Internazionale.

«Con o senza Covid i Giochi si svolgeranno e inizieranno il 23 luglio, saranno la luce dopo il tunnel. Prima del coronavirus il presidente Bach aveva dichiarato che questi erano i Giochi meglio organizzati della storia. Tutto va bene». Queste le parole dello stesso Coates rilasciate all’agenzia AFP. Una presa di posizione netta e decisa che, almeno al momento, sembra spazzare via del tutto l’ombra di dubbi che si era addensata sui Giochi Olimpici di Tokyo 2021, fra incertezza per l’evoluzione della pandemia e il sempre minor entusiasmo della popolazione nipponica di fronte all’idea di ospitare la massima kermesse sportiva Mondiale.

Via confermato per il 23 luglio 2021, quindi, con le gare di scherma che, ricordiamo, si svolgeranno dal 24 luglio all’1 di agosto (clicca qui per il programma completo). Italia e Stati Uniti al momento sono le uniche due Nazioni ad avere qualificato tutte e 6 le squadre.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Coronavirus: rinviati a data da destinarsi gli allenamenti di “Azzurrini” e Under 23 di sciabola femminile

 

Dopo la sospensione immediata degli allenamenti degli Azzurrini e degli Under 23 di sciabola maschile, attuata ieri dopo il rinvenimento di cinque casi di positività nella sede del ritiro a Roccaporena, il Consiglio Federale della Federazione Italiana Scherma ha deciso di rinviare a data da destinarsi anche gli allenamenti della squadra femminile, sempre di sciabola e sempre per quanto concerne Under 20 e Under 23.

Il rinvio del ritiro si è reso necessario dopo che alcune atlete e alcuni tecnici, che avrebbero dovuto partecipare al raduno, sono risultati positivi al tampone. Tutti loro avevano preso in precedenza parte ad un “camp” privato. Il raduno delle nazionali Under 20 e Under 23 di sciabola femminile si sarebbe dovuto tenere sempre nella medesima struttura di quello maschile a partire dal prossimo 6 settembre.

Proseguono invece regolarmente i ritiri degli Azzurrini di fioretto femminile, in corso a Forni Avoltri, e di spada femminile, in programma a Cascia ma in un’altra struttura rispetto a quella che ospitava gli sciabolatori.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Coronavirus: cinque positivi fra gli Azzurrini di sciabola, sospeso il ritiro di Cascia

 

La Federazione Italiana Scherma ha disposto l’immediata sospensione dei ritiri degli Azzurrini e della Nazionale Under 23 di sciabola in corso di svolgimento a Cascia, dopo l’accertamento da parte delle autorità sanitarie locali di cinque casi di positività al Coronavirus fra i partecipanti proprio al ritiro degli azzurrini.

I tamponi, che hanno poi dato esito positivo, erano stati disposti dall’ASL Umbria 2 dopo l’accertamento di alcuni casi (sette) fra i partecipanti ad alcuni “camp” privati che hanno preceduto proprio il collegiale degli Azzurrini. Tutti i cinque nuovi casi non presentano comunque alcun sintomo della Covid-19 e godono di ottimo stato di salute. Come da protocollo, per tutti loro è scattato l’isolamento e la quarantena, mentre anche tutti gli altri presenti nella struttura sede del ritiro sono stati testati con il tampone. Gli atleti resteranno a Cascia per tutto il tempo necessario conoscere gli esiti dei tamponi e a individuare le ideali modalità e tempistiche per il rientro nelle rispettive case.

Sempre nella giornata di oggi, la sciabolatrice della Nazionale Martina Criscio aveva comunicato, a mezzo social, la propria positività al virus responsabile della Covid-19.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

 

Coronavirus: positiva la sciabolatrice azzurra Martina Criscio

 

Martina Criscio è risultata positiva al Coronavirus. A comunicarlo è stata la stessa sciabolatrice foggiana, campionessa del Mondo a squadre nel 2017 a Lipsia, tramite i propri canali social. A certificarne la positività, il tampone effettuato ieri.

«Purtroppo la fine dell’estate ha portato con sé questa brutta notizia» ha scritto Martina  in una “story” comparsa su Instagram «Dopo il tampone di ieri, risulto positiva a questo maledetto virus che non smette di circolare. Come tutti, ho sempre pensato che a me non potesse accadere ma, ragazzi, la situazione è ancora grave e oggi con questo post voglio davvero pregare tutti voi di stare attenti e prendere seriamente la cosa perché non si tratta solo di noi, ma di tutti quelli che ci sono attorno. Evitiamo di stare senza mascherine, igienizziamo sempre le mani e teniamo sempre la distanza».

Attualmente Martina Criscio, che fino a ieri è stata alle prese con l’influenza ma che ora sta meglio, si trova in isolamento come da protocolli. Nei giorni scorsi era stato Francesco D’Armiento, sempre tramite social media, ad annunciare la propria positività al Coronavirus.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi