Sciabola femminile: la venezuelana Alejandra Benitez annuncia il proprio ritiro dopo 23 anni di carriera

 

Domenica scorsa, a San Jos√©, Alejandra Benitez ha lottato fino all’ultimo per qualificarsi alla sua quinta Olimpiade, ma alla fine √® stata costretta ad alzare bandiera bianca in finale contro l’argentina Perez Maurice. Ora, per l’iconica sciabolatrice venezuelana √® arrivato il momento di appendere definitivamente la sciabola al chiodo e dedicarsi alla sua nuova vita fuori dalle pedane.

L’annuncio del ritiro √® arrivato dalla stessa campionessa venezuelana, che in un lungo e sentito video pubblicato su Instagram ha reso pubblica la propria decisione di chiudere qui una carriera lunga 23 anni e impreziosita dalla partecipazione a quattro edizioni dei Giochi Olimpici.

“Ho combattuto fino alla fine” ha detto la quarantenne di Caracas “per√≤ mi sento orgogliosa per quello che ho fatto nella scherma.¬† Quattro partecipazioni alle Olimpiadi, podi in Coppa del Mondo, ai Panamericani e ai Centroamericani. Tanti eventi fuori e dentro il Venezuela, portando sempre con orgoglio la bandiera del mio paese”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alejandra Benitez Romero OLY (@benitezven)

Nel suo palmares una vittoria (a Cuba nel 2005) e un terzo posto in Coppa del Mondo, ma anche due medaglie di bronzo ai Campionati Panamericani e la medaglia di bronzo ai Giochi Panamericani di Lima nel 2019. Accanto all’attivit√† sportiva, Alejandra Benitez ha portato avanti quella politica, rivestendo per breve periodo la carica di Ministro dello Sport in Venezuela.

Pianeta Scherma sui social: Instagram, Telegram, Facebook

 

Nuovo stop per la scherma internazionale, cancellate tutte le tappe di Coppa del Mondo previste per aprile e maggio

Il persistere della situazione d’emergenza mondiale ha portato all’annullamento delle tappe di Coppa del Mondo previste per aprile e maggio. Confermati invece i tornei di qualificazione zonale ad aprile. Al vaglio la possibilit√† di disputare i vari campionati continentali prima di Tokyo. Continue reading

Niente Olimpiadi per Emese Szasz, l’Ungheria sceglie Anna Kun per il torneo zonale di Madrid

 

Emese Szasz non difender√†, il prossimo 24 luglio a Tokyo, la medaglia d’oro nella spada femminile vinta ai Giochi¬† di Rio 2016. La campionessa ungherese, infatti, ha fatto sapere che non prender√† parte al torneo di qualificazione zonale in programma il prossimo 25 aprile a Madrid: a rappresentare l’Ungheria, infatti, ci sar√† Anna Kun a cui la regina di Rio ha fatto un caloroso in bocca al lupo in vista della gara che vale il sogno di una vita.

Dopo la pausa per la maternit√† (√® diventata mamma di due gemelli nel 2019) Emese Szasz si era rimessa ad allenarsi ed era rientrata in pedana in occasione del Grand Prix di Budapest del marzo 2020.¬† Con l’Ungheria fuori dalla qualificazione a squadre, l’unica chance per la campionessa Olimpica in carica era quella di vincere il torneo di qualificazione zonale di Madrid.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sz√°sz-Kov√°cs Emese (@emeseszasz)

Il torneo di spada individuale femminile del prossimo luglio sar√† orfano delle ultime due regine della specialit√†, dal momento che Yana Shemyakina non ha centrato la qualificazione con l’Ucraina e non garegger√† a Madrid.

Pianeta Scherma sui social: Instagram, Telegram, Facebook

Foto Bizzi

Fioretto femminile: Alice Volpi a una stoccata dal podio nel Grand Prix di Doha

 

Alice Volpi è stata la migliore delle azzurre nella prova femminile del Grand Prix di fioretto a Doha. La poliziotta senese si è infatti fermata ai quarti di finale battuta 15-14 dalla russa Marta Martyanova, sfiorando così il piazzamento sul podio.

Per quanto riguarda le altre azzurre in gara, si fermano agli ottavi di finale Beatrice Monaco, Erica Cipressa e Martina Sinigalia. Nel tabellone delle 32 invece si era fermata la corsa di Arianna Errigo, Camilla Mancini – anche lei come Beatrice Monaco finite sulla strada di Deriglazova – e Francesca Palumbo.

Stop nel primo assalto di giornata, infine, per Valentina De Costanzo, battuta dalla francese Constance Catarzi, Elisa Vardaro e Martina Batini, fermate nei rispettivi derby vinti da Palumbo e Monaco.

Dalle 17 le finali, diretta live streaming su Pianeta Scherma e sulla pagina Facebook di Pianeta Scherma con il commento in italiano.

Pianeta Scherma sui social: Instagram, Telegram, Facebook

Foto Bizzi

Fioretto maschile: tutti fuori gli azzurri già dopo il tabellone dei 32

 

Opaca prestazione per gli Azzurri nella prova maschile del Grand Prix di fioretto in corso a Doha. La gara dei ragazzi di Cipressa, infatti, si è interrotta nel tabellone dei 32, dove erano approdati Guillaume Bianchi, Daniele Garozzo, Giorgio Avola e Damiano Rosatelli.

Per Bianchi sconfitta contro Massialas, mentre Garozzo, Avola e Rosatelli sono stati sconfitti rispettivamente da Choupenitch (Cze), Choi (Hkg) e Sido (Fra).

Nel primo assalto di giornata erano invece usciti di scena gli altri azzurri in gara oggi: Alessio Foconi, Andrea Cassar√†, Alessandro Paroli, Edoardo Luperi, Lorenzo Nista e Tommaso Marini, quest’ultimo battuto da Bianchi nel derby azzurro.

La gara continua con il resto del tabellone e la prova femminile. Clicca qui per la diretta video streaming.

Pianeta Scherma sui social: Instagram, Telegram, Facebook

Foto Augusto Bizzi