Riparte la Nazionale di spada: dall’8 al 12 ottobre il ritiro a Tirrenia, Dario Chiadò debutta ufficialmente come CT

 

A meno di un mese dal via della stagione internazionale con le gare di Tallinn e Berna, per la spada italianai è tempo di cominciare a scaldare i motori a Tirrenia con un mini ritiro di quattro giorni. Agli ordini del neo-ct Dario Chiadò, che così dirigerà il suo primo allenamento da quando è salito in carica, ci saranno 20 spadiste e altrettanti spadisti. Quella di spada è la seconda Nazionale a ripartire in vista della nuova stagione, mentre proprio in questi giorni la sciabola femminile sta completando il proprio lavoro a Cascia sotto la guida di Luigi Tarantino.

Di seguito i convocati per il ritiro della nazionale di spada a Tirrenia:

Spada femminile – ara Billi, Francesca Boscarelli, Alessandra Bozza, Beatrice Cagnin, Alice Clerici, Eleonora De Marchi, Elena Ferracuti, Marta Ferrari, Rossella Fiamingo, Nicol Foietta, Giordana Gallina, Federica Isola, Sara Maria Kowalczyk, Roberta Marzani, Mara Navarria, Alessia Pizzini, Giulia Rizzi, Emilia Rossati, Alberta Santuccio, Gaia Traditi

Spada maschile – Gianpaolo Buzzacchino, Gabriele Cimini, Fabrizio Citro, Valerio Cuomo, Daniel De Mola, Matteo Di Coste, Davide Di Veroli, Edoardo Foti, Giulio Gaetani, Enrico Garozzo, Giorgio Guerriero, Marco Molluso, Edoardo Munzone, Giacomo Paolini, Paolo Pizzo, Andrea Russo, Andrea Santarelli, Matteo Tagliariol, Andrea Vallosio, Federico Vismara

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

 

 

Niente Olimpiadi per Emese Szasz, l’Ungheria sceglie Anna Kun per il torneo zonale di Madrid

 

Emese Szasz non difenderà, il prossimo 24 luglio a Tokyo, la medaglia d’oro nella spada femminile vinta ai Giochi  di Rio 2016. La campionessa ungherese, infatti, ha fatto sapere che non prenderà parte al torneo di qualificazione zonale in programma il prossimo 25 aprile a Madrid: a rappresentare l’Ungheria, infatti, ci sarà Anna Kun a cui la regina di Rio ha fatto un caloroso in bocca al lupo in vista della gara che vale il sogno di una vita.

Dopo la pausa per la maternità (è diventata mamma di due gemelli nel 2019) Emese Szasz si era rimessa ad allenarsi ed era rientrata in pedana in occasione del Grand Prix di Budapest del marzo 2020.  Con l’Ungheria fuori dalla qualificazione a squadre, l’unica chance per la campionessa Olimpica in carica era quella di vincere il torneo di qualificazione zonale di Madrid.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Szász-Kovács Emese (@emeseszasz)

Il torneo di spada individuale femminile del prossimo luglio sarà orfano delle ultime due regine della specialità, dal momento che Yana Shemyakina non ha centrato la qualificazione con l’Ucraina e non gareggerà a Madrid.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Spada femminile: azzurre quinte nella prova a squadre di Kazan

 

 

Si è chiusa al quinto posto la gara dell’Italia nella prova a squadre di spada femminile in corso a Kazan. Il quartetto composto da Rossella Fiamingo, Federica Isola, Mara Navarria e Alberta Santuccio, è stato infatti sconfitto ai quarti di finale dalla Corea del Sud per 36-31.

Costrette ai tabelloni dei piazzamenti, le spadiste di Cuomo hanno battuto in successione la Francia (45-35) e l’Ungheria (36-27) artigliando così il quinto posto finale.

Quanto al quartetto maschile, l’Italia è in finale e alle 16 ora italiana affronterà l’Ucraina. A QUESTO LINK la diretta video streaming, A QUESTO LINK la diretta scritta.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

L’Italia centra il tabellone principale della prova a squadre di spada femminile di Kazan

 

L’Italia ha battuto per 45-34 la Svizzera nel primo assalto della prova a squadre di spada femminile in corso a Kazan e si è qualificata per il tabellone principale che si svolgerà domani a partire dai quarti di finale e giù fino alle finali.

Una vittoria mai in discussione per il quartetto composto da Rossella Fiamingo, Federica Isola, Mara Navarria e Alberta Santuccio, tutte e quattro alternatesi in pedana. Come detto, le azzurre torneranno in azione domani affrontando la Corea del Sud. Più viva che mai la lotta per i posti Olimpici, con Francia ed Estonia che approdano ai quarti, eliminate invece Ucraina, Stati Uniti ed Egitto.

A breve il via al tabellone maschile, con l’Italia (Gabriele Cimini, Marco Fichera, Enrico Garozzo, Andrea Santarelli) che sarà a impegnata a partire dalle ore 11.30 orario italiano. A questo link sarà possibile seguire la diretta video streaming.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi