Europei Cadetti e Giovani, il bilancio del Presidente Scarso

 

All’indomani della chiusura dei Campionati Europei di categoria per quanto concerne Cadetti e Giovani, il Presidente della Federazione Italiana Scherma Giorgio Scarso ha tracciato il suo personale bilancio sull’avventura azzurra a Plovdiv, chiusa con un complessivo di 22 medaglie.

Queste le parole di Scarso rilasciata al sito federale:┬á┬źSono stati dieci giorni d’emozioni continue.┬áAbbiamo vissuto fianco a fianco ai nostri atleti ogni singolo istante delle loro gare e ci hanno ripagato con un carico di medaglie che ci fa guardare con fiducia al futuro della nostra disciplina. Ogni elemento della delegazione, dai maestri, allo staff medico, ai tecnici delle armi ed al personale della segreteria federale, ├Ę stata voce ben accordata di un coro che ha permesso all’inno di Mameli di risuonare al cielo di Plovdiv. Una citazione di merito ├Ę d’obbligo per i due capidelegazione: Valentina Vezzali e Maurizio Randazzo, che hanno saputo ben interpretare per la prima volta il loro ruolo. Due grandi campioni come loro hanno dato un apporto non solo politico-istituzionale ma anche di supporto psicologico a ragazzi che sono cresciuti guardando loro come esempio e che adesso se li sono ritrovati a fianco┬╗.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

VIDEO – Il trionfo degli sciabolatori azzurri sulla Russia

 

Un palpitante assalto chiusosi sul 45-44. La firma di Matteo Neri (con lui Gherardo Caranti, Dario Cavaliere, Leonardo Dreossi) contro Lokhanov sulle medaglie numero 12 dell’Italia agli Europei di Plovdiv.

Una finale tutta da rivivere in questo video.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Trifiletti/Bizzi/Fie

VIDEO – La medaglia di bronzo delle fiorettiste azzurre

 

Nella giornata trionfale della scherma azzurra, oltre agli ori delle spadiste e degli sciabolatori, c’├Ę stato anche il bronzo per le fiorettiste (Lodovica Bicego, Elisabetta Biachin, Serena Rossini, Elena Tangherlini).

Vi riproponiamo la finale per il terzo posto contro l’Ungheria.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi/Fie

VIDEO – La finale d’oro delle spadiste azzurre

 

Dopo la finale maschile del giorno precedente, ├Ę ancora una sfida fra Italia e Francia a decidere le sorti dell’oro Europeo nella prova a squadre di spada femminile. Tanto equilibrio, fino all’ultima frazione: poi ci pensa Eleonora De Marchi a risolvere il rebus e a mandare lei e le compagne (Alessandra Bozza, Beatrice Cagnin e Federica Isola) a cantare l’Inno di Mameli.

Un trionfo tutto da rivivere nella riproposizione integrale dell’assalto.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi/Fie