Aggiornato il protocollo federale, da lunedì 25 si potrà tornare a fare gli assalti a ogni livello

 

A far data dal prossimo 25 giugno sarà possibile la ripresa di tutti gli sport di contatto, scherma compresa: via libera, quindi, anche agli assalti in pedana e agli esercizi in coppia.  Il provvedimento non riguarda più soltanto gli atleti di interesse nazionale, ma tutti i livelli e le età.

La ripresa dell’attività schermistica è però subordinata ai provvedimenti di ciascuna regione e all’evolversi della situazione epidemiologica nei singoli territori nazionali. Restano ovviamente in vigore tutti i precedenti provvedimenti in fatto di sicurezza, igiene e mantenimento delle distanze all’interno delle palestre e delle sale.

«A far data dal giorno 25 giugno» si legge nel Protocollo federale «dopo apposito provvedimento da parte delle Regioni o Province autonome che autorizzi pienamente anche la pratica degli sport di contatto a seguito di “preventivo accertamento della compatibilità delle suddette attività l’andamento della situazione epidemiologica” del territorio, sarà libera per tutti gli atleti, agonisti e non, la pratica dello sport della scherma nella sua interezza inclusi gli assalti e gli esercizi a coppie».

Dopo la ripartenza delle varie nazionali, “inaugurata” dal raduno delle sciabolatrici, ecco un altro piccolo grande passo verso la tanto sospirata normalità con la ripresa degli assalti.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Ilaria Muresu: «Un aiuto per poter donare ai non udenti le mie mascherine trasparenti»

Una mascherina trasparente perché i non udenti possano comunicare fra di loro. Questa l’idea della giovane schermitrice paralimpica sarda Ilaria Muresu. Che lancia una raccolta fondi per poterle distribuire gratuitamente.

Continue reading

Scherma paralimpica: annullata la tappa di Coppa del Mondo di Varsavia

L’emergenza coronavirus continua a incidere profondamente sul calendario della scherma internazionale: l’ultima gara a saltare è la tappa di Coppa del Mondo di scherma paralimpica a Varsavia, in programma per il mese di luglio.

La gara polacca, non valevole per il percorso di qualificazione alle Paralimpiadi di Tokyo 2020, sarebbe dovuta essere la prima gara dopo lo stop già deciso nei mesi scorsi all’alba della pandemia di Covid-19. E invece, il proseguire dello stato emergenziale ha suggerito gli organizzatori della storia tappa di scherma in carrozzina di annullare la gara.

Rudi van den Abbeele, presidente dell’IWAS, ha così parlato a proposito dell’annullamento: “Naturalmente siamo molto dispiaciuti per non andare in Polonia questo luglio, ma la sicurezza di atleti e squadre è la cosa più importante”.

Saltata la tappa di Varsavia, il ritorno in pedana per i protagonisti della scherma paralimpica è a questo punto prevista per il prossimo novembre a Pisa. Anche se ancora, ovviamente, tutto è in divenire. Ulteriori dettagli sul calendario rinnovato verranno comunicate in un secondo tempo.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook
Foto Bizzi

Matteo Tagliariol: «Non sono mai stato così male come ai Giochi Mondiali Militari a Wuhan»

In un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport Matteo Tagliariol parla della sua esperienza ai Giochi Mondiali Militari di Wuhan dello scorso ottobre e del possibile contagio da Coronavirus. Continue reading