Giochi Olimpici Tokyo: le gare di sabato 31 luglio, in pedana le sciabolatrici

 

Quinta e penultima giornata di gare per la scherma ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020: in programma sabato 31 luglio la prova a squadre di sciabola femminile. In pedana per l’Italia ci sono Martina Criscio, Rossella Gregorio, Irene Vecchi e Michela Battiston.

Via alle gare alle 4.25 del mattino ora italiana contro la Cina.  Gara visibile in diretta video integrale su Eurosport Player/Discovery +. Su Pianeta Scherma la diretta scritta integrale, la cronaca post gara e tutti gli approfondimenti sul sito. Sulla nostra pagina Facebook e su quella di Schermar: Master e Oltre ma anche sul canale Youtube di Pianeta Scherma, appuntamento con “Controtempo” alle ore 17.30: ospite Alberto Pellegrini.

Sciabola femminile: l’avventura a squadre inizia con…l’esame di cinese

GLI ORARI DI SABATO 31 LUGLIO

ORE: 10.00 (3.00 Ita)

Sciabola femminile| Prova a squadre | Tab. 16

ORE: 11.25 (4.25 Ita)

Sciabola femminile | Prova a squadre | Quarti di finale

ORE: 12.45 (5.45 Ita)

Sciabola femminile | Prova a squadre | Tab. 5°-8° posto

ORE: 13.40 (6.40 Ita)

Sciabola femminile | Prova a squadre | Semifinali

ORE: 14.30 (7.30 Ita)

Sciabola femminile | Prova a squadre | Finale 7°-8° posto

Sciabola femminile | Prova a squadre | Finale 5°-6° posto

ORE: 18.30 (11.30 Ita)

Sciabola femminile| Prova a squadre | Finale 3°-4° posto

ORE: 19.30 (12.30 Ita)

Sciabola femminile | Prova a squadre | Finale

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Delusione Italia, nella spada maschile a squadre arriva solo un settimo posto

Gli azzurri escono subito dalla lotta per le medaglie, poi chiudono al settimo posto dopo la vittoria con la Svizzera. Sfuma la difesa dell’argento di Rio 2016. Continue reading

Giochi Olimpici Tokyo: le gare di venerdì 30 luglio, in programma la spada maschile a squadre

 

Quarta giornata di gare a squadre per la scherma ai Giochi Olimpici di Tokyo: in programma, venerdì 30 luglio, la prova a squadre di spada maschile. L’Italia si affida al quartetto composto da Marco Fichera, Enrico Garozzo, Andrea Santarelli e Gabriele Cimini.

Via alle gare alle 4.25 del mattino ora italiana contro la Russia.  Gara visibile in diretta video integrale su Eurosport Player/Discovery +. Su Pianeta Scherma la diretta scritta integrale, la cronaca post gara e tutti gli approfondimenti sul sito. Sulla nostra pagina Facebook e su quella di Schermar: Master e Oltre ma anche sul canale Youtube di Pianeta Scherma, appuntamento con “Controtempo” alle ore 17.30: ospite Bianca Del Carretto.

Spada maschile a squadre: lo scoglio Russia sui sogni di oro del quartetto azzurro

GLI ORARI DI VENERDÌ 30 LUGLIO

ORE: 10.00 (3.00 Ita)

Spada maschile| Prova a squadre | Tab. 16

ORE: 11.25 (4.25 Ita)

Spada maschile | Prova a squadre | Quarti di finale

ORE: 12.45 (5.45 Ita)

Spada maschile | Prova a squadre | Tab. 5°-8° posto

ORE: 13.40 (6.40 Ita)

Spada maschile | Prova a squadre | Semifinali

ORE: 14.30 (7.30 Ita)

Spada maschile | Prova a squadre | Finale 7°-8° posto

Spada maschile | Prova a squadre | Finale 5°-6° posto

ORE: 18.30 (11.30 Ita)

Spada maschile| Prova a squadre | Finale 3°-4° posto

ORE: 19.30 (12.30 Ita)

Spada maschile | Prova a squadre | Finale

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

In medio stat virtus

 

Ci abbiamo pensato a lungo, e ancora il dubbio ci rimane: è una finale persa o un bronzo guadagnato? Probabilmente la verità sta nel mezzo e, come spesso capita, è fatta di sfumature. Non nascondiamolo, dal fioretto femminile a squadre ci aspettavamo tutti di più.

In parte perché il Dream Team ci aveva abituati troppo bene, in parte perché il valore di queste ragazze lo conosciamo. Avevamo messo in conto di poter perdere una finale contro la Russia, che negli ultimi anni ha messo la freccia e ci ha superato, non di uscire con la Francia da una semifinale dominata per oltre metà incontro. Ed è forse proprio questo che fa male, aver visto il potenziale di questa squadra lungo l’arco di una gara intera, esclusi una manciata di assalti. Pochi, sì, ma decisivi per segnare la differenza tra una finalissima e una finalina.

Poi c’è l’altra faccia della medaglia, la capacità di vedere il bicchiere mezzo pieno. Arriva se si pensa a come Alice, Arianna, Martina ed Erica siano state capaci di rimettere insieme i pezzi dopo una sconfitta tanto dolorosa e si siano presentate con gli Usa nella loro migliore versione. Senza storia l’incontro per il bronzo, con le nostre quattro ragazze perfette. Sì, tutte e quattro, anche Arianna che aveva sofferto e subito la rimonta della Thibus, anche Erica che è stata gettata nella mischia per firmare con un parziale di 5-1 la sua meritatissima medaglia di bronzo.

Se ci pensiamo, è una squadra giovane sotto il profilo dell’esperienza, con tre esordienti alle Olimpiadi e una sola veterana. E non era scontato che potessero riprendersi dalla batosta ricevuta e tornare la schiacciasassi di un tempo, demolendo una squadra che giusto tre anni fa si era issata per la prima volta nella sua storia sul tetto del mondo e che poteva contare sull’apporto della freschissima campionessa olimpica individuale.

Ok, non era quello che speravamo e dirci pienamente soddisfatti sarebbe bugiardo e forse anche sminuente del valore che riconosciamo al fioretto femminile italiano. Che se è Dream Team ancora, deve accettare le critiche come gli elogi, rialzare la testa, guardare avanti. E riprendersi presto il posto che gli spetta, quello in cima al podio.

Twitter: GabrieleLippi1

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto: Augusto Bizzi

L’orgoglio dopo il rammarico, l’Italia strappa il bronzo nella prova a squadre di fioretto femminile a Tokyo

Le azzurre, dopo la rimonta subita in semifinale contro la Francia, reagiscono e travolgono gli Stati Uniti nella finale per il bronzo e portano a casa il terzo posto. Continue reading

L’Italia è grande, la Corea troppo forte: azzurri d’argento nella sciabola a squadre

Medaglia d’argento per il quartetto azzurro nella prova a squadre di sciabola maschile. Aldo Montano si congeda con la quinta medaglia Olimpica complessiva, la quarta a squadre. Bronzo per l’Ungheria. Continue reading