Coronavirus: cinque positivi fra gli Azzurrini di sciabola, sospeso il ritiro di Cascia

 

La Federazione Italiana Scherma ha disposto l’immediata sospensione dei ritiri degli Azzurrini e della Nazionale Under 23 di sciabola in corso di svolgimento a Cascia, dopo l’accertamento da parte delle autorità sanitarie locali di cinque casi di positività al Coronavirus fra i partecipanti proprio al ritiro degli azzurrini.

I tamponi, che hanno poi dato esito positivo, erano stati disposti dall’ASL Umbria 2 dopo l’accertamento di alcuni casi (sette) fra i partecipanti ad alcuni “camp” privati che hanno preceduto proprio il collegiale degli Azzurrini. Tutti i cinque nuovi casi non presentano comunque alcun sintomo della Covid-19 e godono di ottimo stato di salute. Come da protocollo, per tutti loro è scattato l’isolamento e la quarantena, mentre anche tutti gli altri presenti nella struttura sede del ritiro sono stati testati con il tampone. Gli atleti resteranno a Cascia per tutto il tempo necessario conoscere gli esiti dei tamponi e a individuare le ideali modalità e tempistiche per il rientro nelle rispettive case.

Sempre nella giornata di oggi, la sciabolatrice della Nazionale Martina Criscio aveva comunicato, a mezzo social, la propria positività al virus responsabile della Covid-19.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

 

Paolo Pizzo rilancia verso Tokyo 2021: «Voglio buttarmi ancora nella mischia!»

In un’intervista concessa a Meridionews.it, Paolo Pizzo racconta il suo progetto di tornare a dire la sua in pedana dopo il ritiro annunciato lo scorso anno. Sempre però tenendo la famiglia al primo posto delle sue priorità. Continue reading

Ripartono gli azzurrini, da domenica 30 agosto via ai ritiri di tutte le armi

 

L’Italia della scherma giovanile è pronta alla ripartenza: da domenica 30 agosto, infatti, via ai ritiri degli azzurrini Under 20 in tutte le armi. Si tratta della vera ripartenza anche per i futuri campioni azzurri, che lo scorso aprile hanno visto annullarsi causa pandemia di Coronavirus i Campionati Mondiali di categoria.

A seguito della cancellazione dei Mondiali di Salt Lake City, l’Italia ha chiuso la stagione con cinque trionfi su sei nelle varie graduatorie di Coppa del Mondo individuale – unica eccezione, il fioretto maschile andato al russo Kiril Borodachev – cui si è aggiunto il titolo nelle gare per quartetti proprio dei fiorettisti. A vincere sono stati Martina Favaretto, Benedetta Taricco, Luca Fioretto, Gaia Ttraditi e Giulio Gaetani.

Di seguito il calendario completo dei vari ritiri degli azzurrini della scherma, che ovviamente saranno svolti nel pieno rispetto dei protocolli anti-contagio varato dalla Federazione Italiana Scherma.

Fioretto Femminile | Bella Italia Village – Forni Avoltri (Ud) – loc. Piani di Luzza | 30 agosto – 06 settembre 2020

Fioretto Maschile | Bella Italia Village – Forni Avoltri (Ud) – loc. Piani di Luzza | 06-13 settembre 2020

Spada Femminile | “Grand Hotel Elite” – Cascia (Pg) | 30 agosto – 06 settembre 2020

Spada Maschile | CPO CONI “Bruno Zauli” – Formia (Lt) | 06-13 settembre 2020

Sciabola Femminile | Hotel “Roccaporena” – Roccaporena fraz. di Cascia (Pg) | 06-13 settembre 2020

Sciabola maschile | Hotel “Roccaporena” – Roccaporena fraz. di Cascia (Pg) | 30 agosto – 06 settembre 2020

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Da oggi e fino a venerdì il collegiale della sciabola femminile a Roma: la scherma azzurra riparte ufficialmente dopo il Coronavirus

 

La scherma azzurra riparte ufficialmente oggi con il collegiale a Roma della sciabola femminile. Dodici atlete, agli ordini del ct Sirovich, si sono ritrovate oggi al Centro di Preparazione Olimpica del Coni all’Acqua Acetosa per un primo timido ritorno alla normalità dopo l’emergenza Coronavirus.

Malgrado la fine ufficiale della stagione nazionale, sancita nei giorni scorsi in maniera ufficiale, e l’incertezza legata alla ripresa dell’attività agonistica internazionale, il ritorno a riunirsi è importante per cominciare a togliere la ruggine del lungo stop e cominciare a lavorare in ottica Tokyo, appuntamento clou dell’estate 2021 dopo il rinvio dei Giochi.

Da oggi e fino a venerdì, data di fine del collegiale della sciabola femminile, le atlete dovranno però seguire rigidi protocolli. Permane il divieto di svolgere assalti, mentre dovranno essere osservate le norme di distanziamento. Inoltre sarà obbligatorio indossare la mascherina nelle aree comuni.

«Si tratta di ritiri che assumono un valore elevato in termini di importanza, perché rappresentano l’occasione per ritrovarsi come squadra e come gruppo». Così nei giorni scorsi si era espresso il ct Giovanni Sirovich a proposito della ripresa delle attività. Clicca qui per leggere le parole dei ct  alla vigilia della ripartenza.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi