Aggiornato il protocollo federale, da lunedì 25 si potrà tornare a fare gli assalti a ogni livello

 

A far data dal prossimo 25 giugno sarà possibile la ripresa di tutti gli sport di contatto, scherma compresa: via libera, quindi, anche agli assalti in pedana e agli esercizi in coppia.  Il provvedimento non riguarda più soltanto gli atleti di interesse nazionale, ma tutti i livelli e le età.

La ripresa dell’attività schermistica è però subordinata ai provvedimenti di ciascuna regione e all’evolversi della situazione epidemiologica nei singoli territori nazionali. Restano ovviamente in vigore tutti i precedenti provvedimenti in fatto di sicurezza, igiene e mantenimento delle distanze all’interno delle palestre e delle sale.

«A far data dal giorno 25 giugno» si legge nel Protocollo federale «dopo apposito provvedimento da parte delle Regioni o Province autonome che autorizzi pienamente anche la pratica degli sport di contatto a seguito di “preventivo accertamento della compatibilità delle suddette attività l’andamento della situazione epidemiologica” del territorio, sarà libera per tutti gli atleti, agonisti e non, la pratica dello sport della scherma nella sua interezza inclusi gli assalti e gli esercizi a coppie».

Dopo la ripartenza delle varie nazionali, “inaugurata” dal raduno delle sciabolatrici, ecco un altro piccolo grande passo verso la tanto sospirata normalità con la ripresa degli assalti.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Da oggi e fino a venerdì il collegiale della sciabola femminile a Roma: la scherma azzurra riparte ufficialmente dopo il Coronavirus

 

La scherma azzurra riparte ufficialmente oggi con il collegiale a Roma della sciabola femminile. Dodici atlete, agli ordini del ct Sirovich, si sono ritrovate oggi al Centro di Preparazione Olimpica del Coni all’Acqua Acetosa per un primo timido ritorno alla normalità dopo l’emergenza Coronavirus.

Malgrado la fine ufficiale della stagione nazionale, sancita nei giorni scorsi in maniera ufficiale, e l’incertezza legata alla ripresa dell’attività agonistica internazionale, il ritorno a riunirsi è importante per cominciare a togliere la ruggine del lungo stop e cominciare a lavorare in ottica Tokyo, appuntamento clou dell’estate 2021 dopo il rinvio dei Giochi.

Da oggi e fino a venerdì, data di fine del collegiale della sciabola femminile, le atlete dovranno però seguire rigidi protocolli. Permane il divieto di svolgere assalti, mentre dovranno essere osservate le norme di distanziamento. Inoltre sarà obbligatorio indossare la mascherina nelle aree comuni.

«Si tratta di ritiri che assumono un valore elevato in termini di importanza, perché rappresentano l’occasione per ritrovarsi come squadra e come gruppo». Così nei giorni scorsi si era espresso il ct Giovanni Sirovich a proposito della ripresa delle attività. Clicca qui per leggere le parole dei ct  alla vigilia della ripartenza.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Matteo Tagliariol: «Non sono mai stato così male come ai Giochi Mondiali Militari a Wuhan»

In un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport Matteo Tagliariol parla della sua esperienza ai Giochi Mondiali Militari di Wuhan dello scorso ottobre e del possibile contagio da Coronavirus. Continue reading