Sciabola femminile: la venezuelana Alejandra Benitez annuncia il proprio ritiro dopo 23 anni di carriera

 

Domenica scorsa, a San Jos√©, Alejandra Benitez ha lottato fino all’ultimo per qualificarsi alla sua quinta Olimpiade, ma alla fine √® stata costretta ad alzare bandiera bianca in finale contro l’argentina Perez Maurice. Ora, per l’iconica sciabolatrice venezuelana √® arrivato il momento di appendere definitivamente la sciabola al chiodo e dedicarsi alla sua nuova vita fuori dalle pedane.

L’annuncio del ritiro √® arrivato dalla stessa campionessa venezuelana, che in un lungo e sentito video pubblicato su Instagram ha reso pubblica la propria decisione di chiudere qui una carriera lunga 23 anni e impreziosita dalla partecipazione a quattro edizioni dei Giochi Olimpici.

“Ho combattuto fino alla fine” ha detto la quarantenne di Caracas “per√≤ mi sento orgogliosa per quello che ho fatto nella scherma.¬† Quattro partecipazioni alle Olimpiadi, podi in Coppa del Mondo, ai Panamericani e ai Centroamericani. Tanti eventi fuori e dentro il Venezuela, portando sempre con orgoglio la bandiera del mio paese”.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Alejandra Benitez Romero OLY (@benitezven)

Nel suo palmares una vittoria (a Cuba nel 2005) e un terzo posto in Coppa del Mondo, ma anche due medaglie di bronzo ai Campionati Panamericani e la medaglia di bronzo ai Giochi Panamericani di Lima nel 2019. Accanto all’attivit√† sportiva, Alejandra Benitez ha portato avanti quella politica, rivestendo per breve periodo la carica di Ministro dello Sport in Venezuela.

Pianeta Scherma sui social: Instagram, Telegram, Facebook

 

Francia: annunciate le quattro sciabolatrici per Tokyo

 

Dopo aver annunciato nei giorni scorsi le squadre di fioretto, la Francia ha ufficializzato i nomi delle quattro selezionate per la squadra di sciabola femminile ai prossimi Giochi Olimpici di Tokyo.

A tirare la prova individuale saranno Manon Brunet, a caccia di rivincite dopo la dolorosa quarta piazza ottenuta a Rio 5 anni fa, Charlotte Lembach e Cecilia Berder. A loro si unirà per la prova a squadre Sara Balzer. Scelte anche le due riserve, che saranno Caroline Queroli, campionessa del Mondo nel 2018 proprio assieme alle tre titolari, e la giovane Sarah Noutcha.

All’appello manca soltanto la selezione della squadra incaricata di difendere l’oro conquistato in Brasile nella prova a squadre di spada maschile. Come gi√† ricordato, la Francia non ha piazzato fra le qualificate le squadre di sciabola maschile e spada femminile. A rappresentarla in pedana ci saranno comunque Bolade Apithy e Coraline Vitalis.

Pianeta Scherma sui social: Instagram, Telegram, Facebook

Foto Bizzi

 

Covid: quattro casi nella delegazione tedesca al ritorno dalla gara di Budapest

 

Quattro componenti della delegazione tedesca impegnata lo scorso fine settimana nella prova di sciabola di Budapest, sono stati trovati positivi al Coronavirus al loro ritorno in Germania.

Lo riferisce la stessa Deutsche Fechter Bund in un comunicato stampa ufficiale diramato in giornata. Sven Rassel, Direttore Sportivo della selezione tedesca ha spiegato che i quattro casi sono stati riscontrati solo dopo i test effettuati al ritorno in patria: “√ą lecito ritenere che le infezioni si siano verificate durante la tappa di Coppa del Mondo, perch√© tutti i risultati dei test della squadra tedesca prima dell’arrivo, al check-in di Budapest e prima della partenza erano negativi”.

La Germania si aggiunge quindi all’elenco delle Nazioni che hanno dovuto fare i conti con i contagi da Covid al ritorno da Budapest.

Pianeta Scherma sui social: Instagram, Telegram, Facebook

Foto Bizzi

 

Cluster Covid a Budapest, una trentina di contagiati dopo la prova di Coppa del Mondo di sciabola

Un focolaio con una trentina di contagiati al Covid-19 √® scoppiato dopo la prova di Coppa del Mondo di sciabola a Budapest. A riportare la notizia, il quotidiano francese L’Equipe. Continue reading

Cinque casi di positività al Coronavirus nella nazionale di sciabola giapponese dopo il week-end di Budapest

 

Un allenatore e quattro atleti della nazionale Giapponese di sciabola sono risultati positivi al Coronavirus dopo il week-end di gara a Budapest. A comunicarlo la stessa Federazione Giapponese di scherma, che ha parlato di 4 atleti e di un componente dello staff tecnico senza però rendere note identità e sesso dei protagonisti coinvolti.

Di questi, tre atleti sono stati fermati in quarantena precauzionale in Ungheria due con sintomi lievi (febbre, mal di testa e letargia) e uno asintomatico. Ulteriori due casi di positività sono stati scoperti al ritorno della delegazione nipponica in patria. Anche per loro è scattata la quarantena di prassi. In totale il Giappone aveva mandato in Ungheria 24 persone fra atleti e staff tecnico.

Nella giornata di sabato, mentre andavano in scena i tabelloni principali delle gare individuali, era stata la greca Despina Georgiadou ad annunciare, tramite i propri canali social, la positivit√† al virus. Secondo quando riportato dalla pagina Facebook “The fencing coach”, sarebbero in realt√† 15 i casi noti di positivit√† al Coronavirus relativi al fine settimana di Coppa del Mondo di Budapest.

 

Pianeta Scherma sui social: Instagram, Telegram, Facebook

Foto Bizzi

Nicola Zanotti: “Con Bhavani ho vinto la mia scommessa”

Il Maestro livornese si gode la qualificazione Olimpica della sua allieva indiana Bhavani Devi. Un’avventura nata cinque anni fa e arrivata al suo compimento a Budapest. E la sfida alle grandi della sciabola √® gi√† lanciata. Continue reading