Coronavirus: rinviati a data da destinarsi gli allenamenti di “Azzurrini” e Under 23 di sciabola femminile

 

Dopo la sospensione immediata degli allenamenti degli Azzurrini e degli Under 23 di sciabola maschile, attuata ieri dopo il rinvenimento di cinque casi di positività nella sede del ritiro a Roccaporena, il Consiglio Federale della Federazione Italiana Scherma ha deciso di rinviare a data da destinarsi anche gli allenamenti della squadra femminile, sempre di sciabola e sempre per quanto concerne Under 20 e Under 23.

Il rinvio del ritiro si è reso necessario dopo che alcune atlete e alcuni tecnici, che avrebbero dovuto partecipare al raduno, sono risultati positivi al tampone. Tutti loro avevano preso in precedenza parte ad un “camp” privato. Il raduno delle nazionali Under 20 e Under 23 di sciabola femminile si sarebbe dovuto tenere sempre nella medesima struttura di quello maschile a partire dal prossimo 6 settembre.

Proseguono invece regolarmente i ritiri degli Azzurrini di fioretto femminile, in corso a Forni Avoltri, e di spada femminile, in programma a Cascia ma in un’altra struttura rispetto a quella che ospitava gli sciabolatori.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Coronavirus: positiva la sciabolatrice azzurra Martina Criscio

 

Martina Criscio è risultata positiva al Coronavirus. A comunicarlo è stata la stessa sciabolatrice foggiana, campionessa del Mondo a squadre nel 2017 a Lipsia, tramite i propri canali social. A certificarne la positività, il tampone effettuato ieri.

«Purtroppo la fine dell’estate ha portato con sé questa brutta notizia» ha scritto Martina  in una “story” comparsa su Instagram «Dopo il tampone di ieri, risulto positiva a questo maledetto virus che non smette di circolare. Come tutti, ho sempre pensato che a me non potesse accadere ma, ragazzi, la situazione è ancora grave e oggi con questo post voglio davvero pregare tutti voi di stare attenti e prendere seriamente la cosa perché non si tratta solo di noi, ma di tutti quelli che ci sono attorno. Evitiamo di stare senza mascherine, igienizziamo sempre le mani e teniamo sempre la distanza».

Attualmente Martina Criscio, che fino a ieri è stata alle prese con l’influenza ma che ora sta meglio, si trova in isolamento come da protocolli. Nei giorni scorsi era stato Francesco D’Armiento, sempre tramite social media, ad annunciare la propria positività al Coronavirus.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Olga Kharlan è la protagonista del primo episodio di “Fencing for glory”

 

È Olga Kharlan la protagonista della prima puntata della serie di documentari prodotti dalla FIE dal titolo Fencing for Glory. Il primo dei quattro appuntamenti, quindi, ruota attorno alla fuoriclasse della sciabola femminile, che in Giappone va a caccia di quella medaglia d’oro individuale che le manca per completare una collezione ricchissima, dove spiccano quattro titoli del Mondo individuali e un titolo Olimpico a squadre a Pechino ad appena diciotto anni.

Nel video, di una decina di minuti, pensieri, sogni e aspettative della campionessa ucraina, che da qualche tempo fa coppia con il nostro Gigi Samele e con lui vive a Bologna, dove si prepara per la sfida in Giappone. Per provare a mettere in bacheca l’unica medaglia che ancora manca al suo straordinario palmares, completato anche da più di cinquanta podi in Coppa del Mondo e quattro affermazioni nella classifica generale. L’ultima delle quali arrivata al termine di questa travagliata stagione e da poco ufficializzata dalla Federazione Internazionale.

Gli altri protagonisti della serie sono la nostra Alice Volpi, la spadista hongkonghese Kong Man Wai e lo spadista giapponese Minobe Kazuyasu. Di seguito il video integrale della puntata di Fencing for glory con protagonista Olga Kharlan.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Coppa del Mondo Senior 2019/2020: i vincitori delle classifiche individuali e squadre

Con il blocco delle competizioni, assegnate le Coppe del Mondo nelle singole speicialità con le classifiche bloccate a marzo. Alessio Foconi ancora una volta padrone nel fioretto maschile, nessun titolo a squadre per l’Italia. Continue reading

Il Presidente Scarso incontra la Nazionale di sciabola femminile: «Siete l’avamposto dell’auspicata normalità»

 

Il presidente della Federazione Italiana Scherma Giorgio Scarso ha fatto visita alla nazionale di sciabola femminile in ritiro da lunedì all’Acqua Acetosa di Roma. Le ragazze di Sirovich sono state le prime a riunirsi a seguito del lungo periodo di stop a causa del dilagare del Coronavirus e saranno a Roma fino domani, venerdì 19 giugno.

«Voi siete l’avamposto di una normalità a lungo auspicata e verso la quale ci stiamo muovendo» ha detto Scarso parlando alle ragazze e allo staff tecnico impegnato in questi giorni. All’orizzonte una stagione stravolta rispetto alle calendarizzazioni tradizionali, con culmine estivo nei Giochi Olimpici di Tokyo nel 2021. E proprio in ottica futura ha parlato il presidente della Federscherma: «L’orizzonte olimpico di Tokyo2020, con il pass di qualificazione meritoriamente conquistato, dovrà essere l’obiettivo finale ma bisognerà lavorare parecchio per giungervi al meglio. La Federazione sarà al vostro fianco lungo questa strada verso il Sol Levante, assicurando anche il recepimento di quelle istanze che voi ed i vostri tecnici vorrete eventualmente avanzare. E’ un gioco di squadra in cui ciascuno dovrà fare la propria parte».

Nel corso dell’incontro con le ragazze della nazionale di sciabola femminile, Giorgio Scarso ha poi spiegato che sarà sua premura incontrare tutte le Nazionali in ogni ritiro. I prossimi a radunarsi saranno gli sciabolatori, che si troveranno a partire da lunedì 22 giugno sempre a Roma.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Federscherma

Da oggi e fino a venerdì il collegiale della sciabola femminile a Roma: la scherma azzurra riparte ufficialmente dopo il Coronavirus

 

La scherma azzurra riparte ufficialmente oggi con il collegiale a Roma della sciabola femminile. Dodici atlete, agli ordini del ct Sirovich, si sono ritrovate oggi al Centro di Preparazione Olimpica del Coni all’Acqua Acetosa per un primo timido ritorno alla normalità dopo l’emergenza Coronavirus.

Malgrado la fine ufficiale della stagione nazionale, sancita nei giorni scorsi in maniera ufficiale, e l’incertezza legata alla ripresa dell’attività agonistica internazionale, il ritorno a riunirsi è importante per cominciare a togliere la ruggine del lungo stop e cominciare a lavorare in ottica Tokyo, appuntamento clou dell’estate 2021 dopo il rinvio dei Giochi.

Da oggi e fino a venerdì, data di fine del collegiale della sciabola femminile, le atlete dovranno però seguire rigidi protocolli. Permane il divieto di svolgere assalti, mentre dovranno essere osservate le norme di distanziamento. Inoltre sarà obbligatorio indossare la mascherina nelle aree comuni.

«Si tratta di ritiri che assumono un valore elevato in termini di importanza, perché rappresentano l’occasione per ritrovarsi come squadra e come gruppo». Così nei giorni scorsi si era espresso il ct Giovanni Sirovich a proposito della ripresa delle attività. Clicca qui per leggere le parole dei ct  alla vigilia della ripartenza.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi