Road to Tokyo: il punto sulle qualificazioni Olimpiche in attesa della nuova stagione

Già completa la griglia delle squadre per il fioretto femminile e maschile, restano da completare le qualifiche individuali. Il punto della situazione arma per arma sul percorso di qualificazione della scherma alle Olimpiadi di Tokyo

Continue reading

Alberto Pellegrini lascia il Gruppo Sportivo Fiamme Gialle

 

Un lungo post sui social per congedarsi dall’attività agonistica e annunciare la fine della propria carriera con il Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle: saluta così il padovano Alberto Pellegrini, dopo un viaggio sportivo durato 14 anni.

«Termina oggi il mio percorso di atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle» si legge nel post «Sono stati quattordici anni meravigliosi, pieni di vita, tra vittorie e sconfitte che mi hanno fatto crescere come atleta ma soprattutto come Uomo».

Per lui il futuro è comunque legato alla pedana, ma nel ruolo di Maestro per provare a trasmettere ai più giovani la sua esperienza di atleta internazionale. Per lui piazzamenti in Coppa del Mondo e ben quattro successi nella Coppa Europa per Club proprio con le Fiamme Gialle assieme ad Enrico Berrè, Luigi Samele e Francesco D’Armiento. Trentadue anni, nato e formatosi a Padova nella storica scuola del Petrarca, Alberto Pellegrini è entrato nel Gruppo Sportivo Fiamme Gialle nel 2006.

Tanti gli attestati di stima da parte di compagni di nazionale e avversari con cui ha diviso tante battaglie in pedana e altrettanti momenti fuori da essa. Nei giorni scorsi ad annunciare il proprio ritiro dalle scene agonistiche era stato un’altra colonna del Gruppo Sportivo Fiamme Gialle, ovvero il campione Olimpico di fioretto Valerio Aspromonte.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Coppa del Mondo Senior 2019/2020: i vincitori delle classifiche individuali e squadre

Con il blocco delle competizioni, assegnate le Coppe del Mondo nelle singole speicialità con le classifiche bloccate a marzo. Alessio Foconi ancora una volta padrone nel fioretto maschile, nessun titolo a squadre per l’Italia. Continue reading

Sciabola maschile, il messaggio del presidente scarso agli azzurri in ritiro

 

Continuano le visite del Presidente Federale Giorgio Scarso nei vari ritiri delle Nazionali Azzurre dopo la ripartenza della settimana scorsa. E così, dopo il saluto portato nella giornata di ieri ai fiorettisti in raduno a Tirrenia, oggi il massimo dirigente Federale è stato al CPO “Giulio Onesti” di Roma dove si sono ritrovati i ragazzi della sciabola maschile.

«Come ho già sottolineato alle sciabolatrici ed ai fiorettisti» ha detto Scarso  «i vostri allenamenti collegiali hanno un valore che va al di là di quello strettamente tecnico. Rappresentano il simbolo della ripartenza, della ripresa e della prospettiva verso il futuro che, ovviamente, è innanzitutto quello olimpico».

Lo stesso Scarso ha poi voluto sottolineare l’importanza anche e soprattutto simbolica di questo ritiro della sciabola maschile e del luogo in cui è ospitato: «Non è un caso, inoltre, che abbiamo scelto i Centri di Preparazione Olimpica CONI come sede di questi ritiri. Questo è l’habitat naturale della scherma e mai come in questo periodo anche i simboli sono importanti. A voi spetta il compito di segnare la strada per la ripartenza di tutto il nostro movimento»

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Federscherma

 

Al via i ritiri delle nazionali di fioretto maschile, sciabola maschile e spada maschile

 

Continua l’operazione ripartenza per le nazionali di scherma italiane: chiuso quello della sciabola femminile, a cominciare i rispettivi ritiri sono stati le nazionali di fioretto, sciabola e spada maschile.

Sciabolatori e spadisti si sono ritrovati rispettivamente all’Acqua Acetosa di Roma e al CPO di Formia, mentre i fiorettisti si sono ritrovati a Tirrenia. E proprio i ragazzi di Andrea Cipressa hanno ricevuto in giornata la visita del presidente della Federazione Italiana Scherma Giorgio Scarso.

«Ritrovarvi in ritiro è un segnale positivo che viene lanciato a tutto il mondo della scherma italiana»  ha detto Scarso  «Abbiamo tutti vissuto un periodo complesso ed intenso, ma adesso si torna in pedana». Lo stesso massimo dirigente federale ha parlato del futuro, fra incertezza e l’obiettivo Tokyo: «Sarete chiamati ad un percorso nuovo che ancora non è del tutto noto, soprattutto per ciò che concerne la strada verso Tokyo2020, ma da allenamenti come questi si dovrà tornare a seminare per poi raccogliere i frutti».

Come già fatto con le ragazze della sciabola, nei prossimi giorni il Presidente Scarso si recherà per i saluti di rito anche nei ritiri delle nazionali di spada e sciabola maschile.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Federscherma