Sciabola maschile, il messaggio del presidente scarso agli azzurri in ritiro

 

Continuano le visite del Presidente Federale Giorgio Scarso nei vari ritiri delle Nazionali Azzurre dopo la ripartenza della settimana scorsa. E così, dopo il saluto portato nella giornata di ieri ai fiorettisti in raduno a Tirrenia, oggi il massimo dirigente Federale è stato al CPO “Giulio Onesti” di Roma dove si sono ritrovati i ragazzi della sciabola maschile.

«Come ho già sottolineato alle sciabolatrici ed ai fiorettisti» ha detto Scarso  «i vostri allenamenti collegiali hanno un valore che va al di là di quello strettamente tecnico. Rappresentano il simbolo della ripartenza, della ripresa e della prospettiva verso il futuro che, ovviamente, è innanzitutto quello olimpico».

Lo stesso Scarso ha poi voluto sottolineare l’importanza anche e soprattutto simbolica di questo ritiro della sciabola maschile e del luogo in cui è ospitato: «Non è un caso, inoltre, che abbiamo scelto i Centri di Preparazione Olimpica CONI come sede di questi ritiri. Questo è l’habitat naturale della scherma e mai come in questo periodo anche i simboli sono importanti. A voi spetta il compito di segnare la strada per la ripartenza di tutto il nostro movimento»

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Federscherma

 

Al via i ritiri delle nazionali di fioretto maschile, sciabola maschile e spada maschile

 

Continua l’operazione ripartenza per le nazionali di scherma italiane: chiuso quello della sciabola femminile, a cominciare i rispettivi ritiri sono stati le nazionali di fioretto, sciabola e spada maschile.

Sciabolatori e spadisti si sono ritrovati rispettivamente all’Acqua Acetosa di Roma e al CPO di Formia, mentre i fiorettisti si sono ritrovati a Tirrenia. E proprio i ragazzi di Andrea Cipressa hanno ricevuto in giornata la visita del presidente della Federazione Italiana Scherma Giorgio Scarso.

«Ritrovarvi in ritiro è un segnale positivo che viene lanciato a tutto il mondo della scherma italiana»  ha detto Scarso  «Abbiamo tutti vissuto un periodo complesso ed intenso, ma adesso si torna in pedana». Lo stesso massimo dirigente federale ha parlato del futuro, fra incertezza e l’obiettivo Tokyo: «Sarete chiamati ad un percorso nuovo che ancora non è del tutto noto, soprattutto per ciò che concerne la strada verso Tokyo2020, ma da allenamenti come questi si dovrà tornare a seminare per poi raccogliere i frutti».

Come già fatto con le ragazze della sciabola, nei prossimi giorni il Presidente Scarso si recherà per i saluti di rito anche nei ritiri delle nazionali di spada e sciabola maschile.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Federscherma

I dubbi di Montano e Di Francisca: li rivedremo in pedana a Tokyo nel 2021?

Il rinvio di un anno dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 potrebbero portare Aldo Montano ed Elisa Di Francisca a chiudere anzitempo la loro carriera.
Continue reading