Al via i ritiri delle nazionali di fioretto maschile, sciabola maschile e spada maschile

 

Continua l’operazione ripartenza per le nazionali di scherma italiane: chiuso quello della sciabola femminile, a cominciare i rispettivi ritiri sono stati le nazionali di fioretto, sciabola e spada maschile.

Sciabolatori e spadisti si sono ritrovati rispettivamente all’Acqua Acetosa di Roma e al CPO di Formia, mentre i fiorettisti si sono ritrovati a Tirrenia. E proprio i ragazzi di Andrea Cipressa hanno ricevuto in giornata la visita del presidente della Federazione Italiana Scherma Giorgio Scarso.

«Ritrovarvi in ritiro è un segnale positivo che viene lanciato a tutto il mondo della scherma italiana»  ha detto Scarso  «Abbiamo tutti vissuto un periodo complesso ed intenso, ma adesso si torna in pedana». Lo stesso massimo dirigente federale ha parlato del futuro, fra incertezza e l’obiettivo Tokyo: «Sarete chiamati ad un percorso nuovo che ancora non è del tutto noto, soprattutto per ciò che concerne la strada verso Tokyo2020, ma da allenamenti come questi si dovrà tornare a seminare per poi raccogliere i frutti».

Come già fatto con le ragazze della sciabola, nei prossimi giorni il Presidente Scarso si recherà per i saluti di rito anche nei ritiri delle nazionali di spada e sciabola maschile.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Federscherma

Spada: il punto sulla qualificazione individuale verso Tokyo 2020

Il punto sulla qualificazione individuale della spada femminile e maschile prima della sospensione della stagione. Già ufficiali alcuni verdetti, per altri dipenderà dall’esito della qualificazione a squadre.

Continue reading

Paolo Pizzo diventa papà per la seconda volta, è nata la piccola Nicole

Paolo Pizzo è diventato questa notte papà per la seconda volta. Come lo stesso spadista siciliano ha scritto attraverso i propri canali social, «Alle 4.43 è nata Nicole…la mamma Lavinia Bonessio sta bene ed io sono sempre più innamorato pazzo!!»

Poche, semplici parole per esprimere una gioia immensa. Nel 2018 Paolo Pizzo, che da poco ha lasciato la scherma agonistica, è diventato padre di Elena: un evento che gli ha cambiato la vita, di fatto contribuendo in maniera decisiva a maturare la decisione di dire basta con l’attività agonistica. Ora l’arrivo di Nicole ad allargare la famiglia e a far palpitare ancora di più il cuore di papà Paolo.

VIDEO – I TRIONFI IRIDATI DI PAOLO A CATANIA E LIPSIA

A lui e alla moglie Lavinia Bonessio vanno le felicitazioni più sincere da parte della redazione di Pianeta Scherma. 

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook
Foto Bizzi

Matteo Tagliariol: «Non sono mai stato così male come ai Giochi Mondiali Militari a Wuhan»

In un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport Matteo Tagliariol parla della sua esperienza ai Giochi Mondiali Militari di Wuhan dello scorso ottobre e del possibile contagio da Coronavirus. Continue reading

VIDEO – Max Heinzer e un allenamento tutto speciale con il figlioletto Mael

 

Gare ferme? Palestre chiuse? Il coronavirus non fa sconti a nessuno e l’obbligo di stare il più possibile in casa colpisce tutti. Nessun problema: parola di Max Heinzer. Lo spadista elvetico ha infatti postato tramite i propri canali social un simpatico video che lo vede impegnato in un allenamento casalingo in compagnia del piccolo Mael, il figlio nato nel dicembre del 2017.

Una vera e propria finale di una gara, con tatto di allestimento: mini pedana, rulli, apparecchi segnapunti e coppa in palio per il vincitore. Naturalmente il tutto svolto con armi giocattolo. Padre e figlio si sono sfidati sotto gli occhi attenti dei peluche del piccolo di casa Heinzer, pubblico d’eccezione del grande match.

Un assalto all’ultima stoccata tutto da gustare per provare a sorridere anche in questi tempi.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Coronavirus: tre atleti coreani positivi al tampone al ritorno dal Grand Prix di spada a Budapest

 

Tre atleti della nazionale coreana di spada sarebbero risultati positivi al tampone per il Coronavirus al loro ritorno dal Grand Prix di Budapest disputatosi a inizio marzo. A renderlo noto è l’agenzia di stampa coreana Yonhap News Agency. Non è stata resa nota l’identità degli atleti coinvolti ma l’agenzia parla di un’atleta di 25 anni (che durante il soggiorno in Europa aveva denunciato problemi alla gola) e altri due, non specificando questa volta sesso ed età. Tutti sono risultati positivi.

Al momento, quindi, sono tre i casi ufficialmente acclarati di positività al Coronavirus in seno alla squadra coreana. Tutti e 26 i componenti della delegazione coreana volata a Budapest per il Grand Prix hanno poi affrontato il test del tampone. Per loro è ovviamente già scattato il periodo di isolamento e quarantena nelle rispettive abitazioni in attesa del risultati.

Non sono purtroppo da escludere altri casi di contagio, come riporta sempre Yonhap citando una fonte della Federazione Coreana di Scherma: «Sono decisamente spaventati dal fatto che ci possano essere altri casi confermati nella squadra».

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook