Sciabola femminile: Yana Egorian pronta a tornare in pedana, obiettivo Parigi 2024

 

La scherma internazionale si appresta a riabbracciare una delle sue protagoniste: Yana Egorian, campionessa Olimpica a Rio 2016 tanto nella prova individuale quanto in quella a squadre di sciabola femminile, ha infatti annunciato di voler riprendere la propria carriera agonistica e di puntare ai Giochi di Parigi 2024.

La russa, che si era presa un periodo sabbatico diventando anche mamma, ha comunicato all’agenzia russa TASS la propria volontà di tornare in pedana: “La decisione è stata presa, sto riprendendo la mia carriera, voglio tornare al grande sport e ho già iniziato ad allenarmi” ha detto Yana Egorian.

A motivarla verso il ritorno in pedana, i bei risultati della squadra russa agli ultimi Giochi di Tokyo, dove sono arrivati gli ori di Sofya Podzniakova e il bis del quartetto nella prova a squadre. “Questa decisione è stata motivata dall’eccellente prestazione della nostra squadra a Tokyo, nonché dal supporto del mio allenatore Dmitry Glotov, che è di nuovo pronto a percorrere questa strada con me. Spero che alle Olimpiadi di Parigi potrò almeno provare le stesse emozioni dei Giochi del 2016”.

Il primo appuntamento per vedere di nuovo in aziona la Egorian potrebbe quindi essere a novembre il Grand Prix di Orleans, tappa inaugurale della nuova stagione di Coppa del Mondo.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

 

Curiosità Olimpiche – Sciabola femminile, la terra delle Regine mancine

Da quando si disputa alle Olimpiadi, la sciabola femminile ha visto trionfare, nelle prove individuali, solo atlete mancine: da Mariel Zagunis a Yana Egorian passando per Kim Jiyeon. Continue reading

Città di Roma: nella prima giornata vincono Lari e Egorian

 

Si è aperta nel segno di Yana Egorian e Tommaso Lari la due giorni di gare valide per il Trofeo “Città di Roma”, che oggi ha aperto i battenti con la gara di sciabola femminile e fioretto maschile.

Proprio da questa gara partiamo: l’affermazione è stata appannaggio di Tommaso Lari, che in una finale tutta italiana ha battuto Tommaso Chiappelli con il punteggio di 15-7. Terzo posto per Filippo Guerra e il francese Cedrik Serri.

Nella prova di sciabola femminile, invece, a trionfare è stata la campionessa Olimpica di Rio 2016: per Yana Egorian, vittoria maturata dopo il 15-8 contro Flaminia Prearo, che dopo aver vinto la passata edizione centra il secondo posto. Un doppio derby ha invece sancito la terza piazza di Martina Petraglia (battuta dalla Prearo) e di Valeria Bolshakova (sconfitta dalla Egorian).

Domani si chiude con le gare di sciabola maschile e fioretto femminile.

Classfiche

Fioretto maschile –  1. Lari (ITA), 2. Chiappelli (ITA), 3. Guerra (ITA), 3. Serri (Fra), 5. Pilli (ITA), 6. Gridelli (ITA), 7. Lauria (ITA), 8. Fallica (ITA)

Sciabola femminile – 1. Egorian (Rus), 2. Prearo (ITA), 3. Bolshakova (Rus), 3. Petraglia (ITA), 5. Vecchi (ITA), 6. Benitez Romero (Ven), 7. Bashta (Rus), 8. Andreyeva (Blr)