Un Mondiale per dimenticare l’Olimpiade

Sciabolatori e fiorettiste in pedana a Rio. Per i titoli iridati a squadre riservati alle specialità assenti ai Giochi. Italia in pole position.

 

Non sarà un’Olimpiade, ma un titolo iridato è pur sempre un titolo iridato. E Rio è Rio. Si svolgeranno all’inizio della prossima settimana, in Brasile, le gare che metteranno in palio i titoli mondiali a squadre del fioretto femminile e della sciabola maschile, le due specialità escluse dai Giochi Olimpici per via della rotazione delle armi.

La competizione potrà vantare la presenza delle prime teste di serie delle rispettive categorie, quindi saranno presenti tutti i big del panorama schermistico internazionale.
La spedizione azzurra del fioretto femminile è formata da Martina Batini, Elisa Di Francisca, Arianna Errigo, Valentina Vezzali, quella della sciabola maschile da Enrico Berrè, Luca Curatoli, Diego Occhiuzzi e Luigi Samele. Entrambe le squadre dovranno difendere il titolo conquistato ai mondiali precedenti.

Il quartetto della sciabola maschile è uguale per ¾ a quello che lo scorso anno, a Mosca, riuscì a salire sul gradino più alto del podio. L’assente è Aldo Montano.  reduce da un’operazione alla spalla destra, sta recuperando e prepara per l’atto finale della sua carriera olimpica. Non mancherà l’appuntamento mondiale il vice campione olimpico di Londra 2012 , Diego Occhiuzzi, che sarà chiamato ancora a difendere i colori azzurri ad agosto, di nuovo a Rio, per l’Olimpiade.

Nel fioretto femminile invece si sancisce la fine di un ciclo, con l’ultimo mondiale di Valentina Vezzali. La campionessa jesina ha infatti annunciato che questo sarà l’ultimo campionato del mondo che disputerà. Questa competizione le ha permesso di arricchire il suo palmarés con 25 medaglie, e sicuramente, in questa edizione, insieme alle altre compagne del Dream team, andrà a caccia della 26esima gioia mondiale.

Si inizierà lunedì 25 aprile, con la gara di fioretto femminile; oltre alla formazione azzurra, campione in carica, si daranno battaglia per una medaglia la Russia, già finalista nelle ultime due edizioni, gli Stati Uniti, che vantano nella loro rosa la neo campionessa mondiale di fioretto femminile under 20 Sabrina Massialas, Corea e Francia.
Il giorno seguente partirà anche la gara di sciabola maschile, dove gli avversari principali che si frapporranno tra l’Italia e la vittoria finale saranno anche in questa competizione gli Stati Uniti, la Russia e la Corea; si proveranno ad inserire per la corsa alla medaglia anche Ungheria e Germania.

 

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Foto di Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.