Gioia Foconi, è Campione del Mondo nel fioretto maschile!

Il ternano batte Kruse e riporta in Italia il titolo che mancava dal 2011. Podio per Llavador e Heo. Stop ai quarti per Avola e Garozzo.

 

La maschera che vola via e quel sorriso sornione di chi sa di averla combinata grossa. L’Italia, sette anni dopo Andrea Cassarà a Catania 2011 ritorna sul tetto del Mondo nel fioretto maschile e lo fa grazie ad Alessio Foconi. Il giorno più bello per il ternano, che a 28 anni si gode i frutti di tanto lavoro, di una maturazione lenta e paziente, costruita con umiltà e con la voglia di non mollare mai anche quando la situazione sembra compromessa e il match scivolare nelle mani altrui.

Il Foconi-pensiero sublimato in parole nelle dichiarazioni post gara, inno al tener duro e al lavoro sodo: «Molti quando maturano tardi mollano» ha commentato a caldo in zona mista « io non l’ho mai fatto»; e il Foconi-pensiero messo in pratica sulla pedana centrale, negli assalti con in palio il bottino grosso. Match duri, sempre a rincorrere: prima il coreano Heo in semifinale, quindi il britannico Richard Kruse in finale. La sua bestia nera, l’avversario che già in un paio di occasioni lo aveva battuto; storie di Coppa del Mondo, perché qui a Wuxi il racconto ha un altro finale. Quello più dolce per un ragazzo che nel 2014, quando cominciava a farsi largo nel giro giusto, ci aveva confidato di puntare a Europei e Mondiali. E  che quattro anni più tardi, al termine della sua stagione più bella, guarda tutti dal gradino più alto del podio.

Ai piedi del quale si fermano Daniele Garozzo, battuto proprio da Heo, e Giorgio Avola, che cede ai crampi e allo spagnolo Carlos Llavador – terzo posto per lo spagnolo trapiantato a Frascati e seguito a bordo pedana da Luca Simoncelli – mentre Andrea Cassarà si ferma al secondo turno di giornata. Gode il fioretto azzurro, gongola Andrea Cipressa: «Alessio è fortissimo» ci aveva detto il ct tracciando il bilancio di fine Europeo a Novi Sad «ma deve riuscire a esprimersi nei grandi appuntamenti come fa in Coppa del Mondo». Lezione recepita.

Classifica – 1. Foconi (Ita), 2. Kruse (Gbr), 3. Heo (Kor), 3. Llavador (Esp), 5. Garozzo (Ita), 6. Avola (Ita), 7. Lefort (Fra), 8. Davis (Gbr)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Instagram

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.