Un oro e un bronzo, Italia 10 e lode

Fiorettiste campionesse d’Europa, spadiste terze. La spedizione azzurra Cadetti chiude in doppia cifra.

 

Si chiude con un oro e un bronzo l’esperienza dell’Italia ai campionati europei under 17 di Plovdiv. Due medaglie al femminile, conquistate delle squadre di fioretto e spada, che fanno salire a quota 10 i metalli collezionati dalla spedizione azzurra in attesa delle prove riservate agli under 20.

L’oro di giornata è arrivato grazie al quartetto composto da Marta Ricci, Martina Favaretto, Camilla Rossi e Claudia Memoli, che hanno confermato l’ottimo futuro del fioretto femminile italiano dopo la doppietta nella prova individuale firmata Ricci-Favaretto. Una gara senza intoppi per le fiorettiste, che in finale hanno avuto la meglio sulla Romania per 45-32, dopo essersi sbarazzate della Germania (45-20 agli ottavi), dell’Ungheria (45-33 ai quarti) e della Russia (45-30 in semifinale). Terzo posto proprio per le russe, che hanno battuto 45-16 l’Ucraina in una finalina senza storia.

L’oro delle fiorettiste ha seguito di poche ore il bronzo delle spadiste – Emilia Rossatti (terza anche nella prova individuale), Gaia Traditi, Sara Maria Kowalczyk ed Alessia Pizzini – , vincenti sull’Ucraina per 45-26 dopo essere state eliminate in semifinale dall’Ungheria per 45-33. Le azzurre avevano superato il Belgio agli ottavi con un netto 45-33 per poi avere la meglio della Francia ai quarti con un tiratissimo 45-44.

Nessuna medaglia, invece, per gli sciabolatori, con il quartetto composto da Alberto Fornasir, Giacomo Chignoli, Alberto Nigri e Michele Gallo che ha concluso al nono posto dopo aver perso per 45-43 dall’assalto del turno dei 16 contro la Germania, e aver vinto gli assalti di piazzamento contro Grecia (45-30), Francia (45-40) e Polonia (45-34).

 

Twitter: GabrieleLippi1

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Foto di Augusto Bizzi per Federscherma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.