Spada in pedana al Cairo, in Egitto il terzo Grand Prix stagionale

Scherma - A Doha il primo appuntamento Grand Prix per la spada

Al Cairo il terzo Grand Prix stagionale di spada. Ritorna in gara dopo l’infortunio Mara Navarria. Maschi a caccia di riscatto dopo Parigi.

 

Rotta verso il Cairo per il massimo circuito della scherma: cancellato il Grand Prix inizialmente previsto a Cali, spadiste e spadisti volano nella capitale egiziana per il terzo ed ultimo evento stagionale a punteggio maggiorato. E per gli uomini si tratta pressoché di un back to back in pedana, con la trasferta egiziana che cade giusto due settimane dopo il “Monal”, per le ragazze invece è il fischio d’inizio della seconda parte di stagione.

Ci eravamo lasciati con il trionfo di Alberta Santuccio sulle pedane di Budapest – dove si era rivista anche la miglior Rossella Fiamingo, fermatasi ai piedi del podio – lo scorso marzo e da qui l’Italia al femminile riparte. Con una Mara Navarria in più nel motore: la campionessa del Mondo di Wuxi 2018, infatti, ha pienamente recuperato dall’intervento chirurgico subito appena dopo il rientro dal Grand Prix di Doha, dove si era infortunata al ginocchio. In Egitto quindi sarà regolarmente in pedana, mentre un infortunio al polso rimediato nelle scorse settimane ha messo fuori gioco per il resto della stagione Nicol Foietta.

Poco meno di 150 le iscritte a una gara contrassegnata da tante assenze, ma comunque ricca di insidie e di atlete forti, con le coreane Choi, Kang e Song a guidare la pattuglia delle pretendenti al successo finale.

Leggi anche: Nelson Lopez Pourtier riporta il “Monal” in Francia, Vismara sfiora la finale a otto

In campo maschile, l’Italia è a caccia di immediato riscatto dopo il leggero passo indietro mostrato sulle pedane di Parigi, dove per la prima volta in stagione nessun azzurro è riuscito a entrare fra i primi 8. Il Monal ha comunque certificato l’ottimo momento di forma che sta vivendo Federico Vismara, che il piazzamento ai quarti lo ha comunque accarezzato e sfiorato prima di vederlo sfumare per un sola stoccata per mano di Romain Cannone.

Per il Grand Prix del Cairo Dario Chiadò dà ancora fiducia alla linea verde, con una nuova chance per Simone Mencarelli ed Enrico Piatti mentre fa il suo debutto nel circuito maggiore anche la terza colonna della nazionale Under 20, ovvero Filippo Armaleo.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Augusto Bizzi