VIDEO – Pauline Ranvier, che fatica la vita da schermitrice!

 

Paese che vai, stessi pregiudizi e ironie che trovi. Soprattutto se pratichi sport cosiddetti “minori” o comunque che non godono della medesima popolarità di grandi colossi come il calcio. Lo sa bene la fiorettista francese Pauline Ranvier, vice campionessa del Mondo all’ultima rassegna iridata di Budapest nel 2019 e in procinto di partire per Tokyo, dove sarà in gara nelle prova individuale e in quella a squadre.

Allora ecco che la poliedrica transalpina ha colto la palla al balzo per un simpatico progetto video dal titolo “Bref.” in cui smonta ironicamente le battute e i pregiudizi attorno allo sport di alto livello e alla pratica della scherma, fra classiche allusioni a zorro o scimmiottamenti fatti con posate o cannucce dei dirnk.

Il video è anche l’occasione per Pauline Ranvier per mostrare la sua giornata tipo, fatta di allenamenti, preparazione a tanti assalti. Un lavoro duro che le ha permesso di arrivare fino ai vertici della disciplina ma troppe volte non compreso da chi con troppa faciloneria pensa che lo sport ad alto livello sia solo un gioco fatto da gente che non vuole lavorare…

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pauline Ranvier (@pauline_ranvier)

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi

Daniel Jerent rompe il silenzio tramite social dopo l’esclusione dai Giochi: “Ora inizia una nuova battaglia”

Lo spadista francese, escluso dalla Federazione dopo un procedimento aperto ai suoi danni dall’agenzia antidoping transalpina,rompe il silenzio e spiega le sue ragioni. E rilancia difendendosi da ogni accusa. Continue reading

Astrid Guyart fra le protagoniste di “Faut qu’on parle”, un documentario per affrontare il tabù dell’omosessualità nello sport

La fiorettista francese, assieme ad altre stelle dello sport transalpino, hanno rotto il muro di omertà sulla propria omosessualità nel documentario “Faut qu’on parle” trasmesso su Canal +. Continue reading

Ancora guai con l’antidoping per Daniel Jerent, lo spadista francese non sarà ai Giochi di Tokyo

Una positività a un diuretico riscontrata in un controllo del 2020 inguaia Daniel Jerent e costringe la Federazione francese a toglierlo dalla lista dei selezionati per i Giochi di Tokyo. Non è la prima volta che lo spadista francese si trova nei guai con l’antidoping. Continue reading

Francia: sospesi gli allenamenti all’Insep dopo alcuni casi di positività al Covid

 

Allenamenti sospesi all’Insep, il centro di preparazione sportiva transalpona dopo che alcuni componenti della squadra francese sono stati trovati positivi al Coronavirus. Secondo quanto comunicato dalla Federazione Francese di Scherma, sono cinque le persone coinvolte. Le sessioni di allenamento sono state pertanto sospese fino al prossimo 2 maggio.

Gli allenamenti sono stati riprogrammati con sessioni individuali da svolgersi ovviamente a distanza e tramite video, in attesa della ripresa.

Ma la vicenda potrebbe in realtà essere ben più complessa, stando a quanto riporta l’edizione online de “L’Equipe” : è stata infatti pubblicata una lista, in riferimento al periodo che va dal 16 al 25 aprile, in cui figurano una trentina fra atleti e membri dello staff direttamente positive o comunque entrate in stretto contatto con persone contagiate da Sars CoV-2. Fra di essi, anche alcuni degli atleti selezionati per i prossimi Giochi Olimpici.

Sempre secondo l’autorevole quotidiano francese – che cita fonti anonime – proprio l’abbassamento della guardia post selezione sarebbe stata la causa di questo focolaio.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto: Alessandro Gennari/Pianeta Scherma

Giochi Olimpici Tokyo: la Francia ufficializza anche la squadra di spada maschile

 

Mancava soltanto la spada maschile all’appello e oggi la Federazione Francese ha ufficializzato i nomi di chi andrà a Tokyo per i Giochi Olimpici che scattano, nella scherma, il 24 luglio con le gare di sciabola maschile e spada femminile.

A disputare la prova individuale saranno Yannick Borel, Daniel Jerent e Alexandre Bardenet, mentre Romain Cannone sarà il quarto per la prova a squadre. In questa gara la Francia è chiamata a difendere l’oro conquistato a Rio contro l’Italia.

La spada femminile, avendo la squadra mancato la qualificazione, sarà rappresentata invece dalla sola Coraline Vitalis che farà la prova individuale. Con le convocazione della spada maschile, la Francia ha così completamente svelato le proprie carte per Tokyo, dopo che nei giorni precedenti erano state ufficializzate le squadre di fioretto e di sciabola femminile.

Pianeta Scherma sui socialInstagram, TelegramFacebook

Foto Bizzi